Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Chelsea-Tottenham, Conte: «La lite con Tuchel? So io come risolvere la cosa...»

Video
3 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Agosto 2022, 09:06 - Ultimo aggiornamento: 10:36

E' stato un duello nel duello. Oltre Chelsea-Tottenham, anche Tuchel-Conte. «È stato come un confronto tra due giocatori che in campo si scontrano. Per me non è un grande problema, quello che è successo fa parte del gioco, del calcio di Premier League». Così nel dopopartita l'allenatore dei Blues ha commentato la rissa in campo fra lui e il collega degli Spurs Antonio Conte che è costato il cartellino rosso ai due tecnici. Le immagini stanno facendo il giro del web, «ma qui a Stamford Bridge le due panchine sono così vicine - ha commentato Tuchel - che è quasi normale succedano queste cose. In fondo io mi sono divertito, e penso anche lui».

Chelsea-Tottenham 2-2, cronaca e tabellino

Gli "scontri" fra Tuchel e Conte non erano cominciati a fine partita ma durante, visto che il tedesco era rimasto visibilmente infastidito dalla sfrenata esultanza del collega, non nuovo a queste scene, al momento del pareggio (1-1) del Tottenham. Così Tuchel aveva risposto dandosi alla pazza gioia dopo la rete del 2-1, a 13' dalla fine, di James. Inutile dire che Conte ha replicato alla sua maniera, e anche verbalmente, quando Harry Kne, al sesto minuto di recupero, ha realizzato il gol che ha fissato il risultato sul 2-2. Poi i due si sono scontrati quando, andando l'uno verso l'altro per la stretta di mano di fine partita, Conte non ha voluto guardare negli occhi il collega. Tuchel se l'è presa, con tutto ciò che ne è seguito, ovvero una "mischia" con l'intervento anche di staff e giocatori.

Conte-Tuchel, rissa in Chelsea-Tottenham: scontro faccia a faccia a fine partita

«Faceva caldo per la temperatura (a Londra c'erano 30 gradi ndr), caldo tra le panchine, caldo sul campo e caldo tra gli spettatori - ha detto ancora Tuchel -, ma da parte mia non c'è rancore. Non ho ancora parlato con Antonio, ma sono sicuro che non ha niente contro di me come io non ho niente contro di lui. Non ci siamo insultati a vicenda, non ci siamo picchiati a vicenda, stavamo lottando per le nostre squadre e sono sorpreso che entrambi abbiamo ricevuto un cartellino rosso per questo». Tuchel, nei discorsi del dopopartita, se l'è invece presa con l'arbitro Taylor, protagonista per il tecnico del Chelsea di una direzione di gara disastrosa.

La story social di Conte dopo la partita

«Forse è meglio che non alleni più il Chelsea perché tutti nel nostro spogliatoio pensano che lui abbia un problema con noi - dice -. I due gol del Tottenham erano da annullare, uno per un fallo su Havertz e l'altro per un fallo di Romero su Cucurella: da quando in campo si possono tirare i capelli a un avversario? Tutto ciò è semplicemente ridicolo e l'arbitro ha sbagliato tanto. Ma è possibile che la Var non lo aiuti? Ma sono sicuro che io sarò multato per quello che ho detto e squalificato per l'espulsione, mentre lui potrà arbitrare». E Conte? Ha preferito parlare soprattutto della partita, «però magari la prossima volta ognuno di noi se ne sta nella sua panchina e non ci stringiamo la mano. L'arbitro? mi ha mostrato il cartellino rosso, ma lo ha fatto senza conoscere la dinamica di quello che è successo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA