Il Tottenham di Mou rimonta da 0-2 a 4-2 l'Olympiacos, il Bayern strapazza la Stella Rossa a Belgrado: 6-0

Martedì 26 Novembre 2019 di Giuseppe Mustica
Dele Alli dà il cinque a Mourinho
GIRONE A 
 
GALATASARAY-BRUGES 1-1
 
Il sinistro di Diatta, al secondo minuto di recupero, permette al Bruges di rimanere al terzo posto nel girone. Una partita che ha visto il Galatasaray di Terim passare in vantaggio all’11’ grazie alla conclusione di Buyuk che prima ha controllato di sinistro e poi col destro, al volo, ha battuto Mignolet. Nella ripresa i nerazzurri hanno attaccato senza però rendersi mai pericolosi, prima della rasoiata decisiva dell’esterno che ha beffato Muslera. Dopo il gol doppia espulsione per gli ospiti, però il Galatasaray non ha avuto la forza di imbastire l’assedio finale.  Si conferma quindi la statistica: i turchi, in Europa, non sono mai riusciti a battere una squadra belga. 
 
 
REAL MADRID-PSG 2-2
 
Pari e spettacolo al Bernabeu tra Real e Psg. Sembrava tutto fatto per la formazione di Zidane che grazie alla doppietta di Benzema pensava di aver portato a casa una vittoria meritata fino al momento. Ma gli uomini di Tuchel sono risorti negli ultimi dieci minuti con Mbappe e Sarabia che hanno così blindato il primo posto nel raggruppamento. Vantaggio madrileno al 17’: palo colpito da Isco e Benzema, da due passi, non ha problemi ad insaccare. Sul finire del primo tempo l’arbitro Dias prima concede un rigore al Psg con conseguente espulsione di Courtois: richiamato dal Var ritorna sui suoi passi per un fallo ai danni di Marcelo a inizio azione. Nella ripresa partono forte i parigini. Poche però le occasioni.  E al 79’ il Real raddoppia. Cross al bacio di Marcelo per la testa di Benzema che batte senza problemi Navas. Gol numero 64 in Champions per l’attaccante francese. Non è finita però. Un minuto dopo Mbappe sfrutta un errore di Varane e riapre la sfida. La sassata di Sarabia fissa il finale. All’ultimo di recupero poi è Bale con un calcio di punizione a colpire il legno. Emozioni a non finire fino allo scadere. Il pareggio comunque qualifica il Real. 
 
 
GIRONE B
 
STELLA ROSSA-BAYERN  0-6
 
Dopo il passo falso di sabato, dove non è andato a segno, Lewandowski si rifà con gli interessi. Quattro gol del centravanti polacco nel tennistico risultato con il quale il Bayern ha battuto la Stella Rossa. Snoccioliamo i numeri di uno dei più forti attaccanti in circolazione: 10 gol in 5 partite nel girone; 31 gol stagionali; poker più veloce nella storia della Champions tra il 53’ e il 68’. Lewandoswski nel primo tempo s’è anche visto annullare un gol per fuorigioco. Ad aprire le marcature comunque c’aveva pensato Goretzka con un preciso colpo di testa. A chiudere tutto la rete di Tolisso su assist di Perisic. La cura Flick, in casa bavarese, funziona bene. 
 
 
TOTTENHAM-OLYMPIACOS 4-2
 
Approda ai quarti anche il primo Tottenham europeo di Mourinho che al debutto in casa batte, in rimonta, l’Olympiacos. Eppure la partenza degli inglesi è da incubo: sotto di due gol in 19’ per via delle reti El Arabi con un sinistro precisissimo e dalla zampata in mischia di Semedo. L’errore però di Meriah, con un liscio clamoroso, spiana la strada alla rimonta londinese iniziata da Alli a pochi istanti dalla fine del primo tempo. A inizio ripresa Kane rimette le cose a posto per Mou, che fa ripartire velocemente l’azione spingendo quasi il raccattapalle e rimettere il pallone tra le mani di Aurier. Difesa ospite impreparata e 2-2, con carezza successiva del portoghese al ragazzino. Ci pensa poi lo stesso Aurier -  e il secondo gol di Kane - a completare la rimonta per gli Spurs. Impatto importante di Mourinho sulla sua nuova panchina. 
 
 
 
 
 
GIRONE C
 
CITY-SHAKHTAR 1-1
 
Non va oltre il pari interno il City di Guardiola contro uno Shakhtar ricco di motivazioni. Partita lenta per gli uomini del catalano che comunque, dopo un batti e ribatti in area di rigore, trovano il vantaggio con il facile tocco di Gundogan. Ma Castro azzecca il cambio vincente inserendo il classe 1999 Solomon. All’israeliano basta un minuto per regalare un punto d’oro agli ucraini che però, per essere certi di superare il turno, devono battere in casa l’Atalanta. 
 
 
 
GIRONE D
 
LOKOMOTIV MOSCA-BAYER LEVERKUSEN  0-2
 
Rimane in corsa il Bayer che batte a domicilio, eliminandola, la Lokomotiv. L’autorete di Zhemaletdinov e il meraviglioso gol di Bender con un sinistro al volo che s’è spento sotto il sette, permettono agli uomini allenati da Bosz di rimanere aggrappati al girone. Non sarà facile, perché i tedeschi dovranno battere la Juve e sperare in una non vittoria dell’Atletico. Ma in ogni caso sono quasi certi del terzo posto.  Ultimo aggiornamento: 27 Novembre, 08:45


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma