Cagliari-Roma, le pagelle: Pellegrini il migliore, male Vina. Pavoletti illude i sardi

Cagliari-Roma, le pagelle: Pellegrini il migliore, male Vina. Pavoletti illude i sardi
di Alessandro Angeloni
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Ottobre 2021, 23:06 - Ultimo aggiornamento: 23:57

Pagelle Cagliari-Roma

CRAGNO 6
Lavora molto di più nella ripresa dopo un primo tempo da sonno. 


ZAPPA 6
Passa spesso sopra a Micki, una buona spalla per Bellanova. Sulla destra nasce il meglio. 


CEPPITELLI 6
Fa la guardia, un occhio a Abraham e uno agli inserimenti di chi arriva da dietro. Se la cava.


CARBONI 6
Aiuta a imbottigliare ogni idea della Roma.


LYKOGIANNIS 6
Spinge tanto. Un Pusceddu moderno.


BELLANOVA 6,5
Fa tuonare la traversa.


DEIOLA 6
Ordina il gioco, pressa. Qualche buona intuizione.


GRASSI 6
Sbatte contro Cristante, a volte rimbalza.


MARIN 6,5
Duella con Karsdorp, tante volte deve rincorrere.


JOÀO PEDRO 5,5
Primo tempo in disparte, lo trascorre a protestare. Nella ripresa ci ricordiamo solo il giallo, per un mezzo
schiaffo a Cristante.


PAVOLETTI 7
Punisce la Roma, sfruttando un regalino di Viña e un assist involontario di un compagno. Poi si mangia il raddoppio. Nella ripresa sfiora il raddoppio di testa.


MAZZARRI 6
Trova il gol e spera. Poi si illude. Situazione complicata. I cambi servono a poco.

RUI PATRICIO 7
Viene svegliato dopo pochi minuti dal rumore della palla che abbatte la traversa ed è l’unico “pericolo” che gli vibra sul corpo. Poi prende il solito gol senza grosse responsabilità dirette. Molto bene sul colpo di testa di Pavoletti. Reattivo.


KARSDORP 6
Butta dentro - in avvio - un paio di palloni interessanti. Poi, dopo il gol subito e con la squadra sbilanciata in avanti, è costretto a stare “basso”, con non pochi problemi. Da il là alla rete di Ibanez.


MANCINI 6,5
Partecipa all’amnesia generale sul gol di Pavoletti, ma è sempre l’ultimo a mollare. Sfiora una rete. Sempre sul pezzo. Leader.


IBAÑEZ 7
Corre a destra a sinistra a tappare qualche falla. Spiazzato dal buco di Viña sul gol di Pavoletti. Poi riporta la Roma sul carro della Champions: suo il gol del pari. Importantissimo.

VINA 4
Bellanova gli scappa e per poco non sono dolori, lui e la Roma vengono salvati dalla traversa. L’intervento (anzi, il non intervento) sul vantaggio di Pavoletti è goffo. Salta a vuoto su un cross. Mou lo toglie quasi per disperazione 


CRISTANTE 6,5
Lui la testa non la perde mai, si occupa di inventare, di sbattersi a destra e sinistra, di cucire. Ma a volte non basta l’ordine, la normalità, serve il genio. E non si può avere tutto.. 


VERETOUT 6
Statico, mono-tono. Ha vissuto serate decisamente migliori.


ZANIOLO 6
Si butta su ogni pallone, sfida ogni avversario. Tanta voglia, ma anche parecchia confusione. E un’ammonizione, evitabile.

PELLEGRINI 7,5

La traversa sembra un brutto sintomo: si è allontanata la magia delle prime settimane, ora è arrivata la sfortuna? No. Ecco la perla, Lorenzo firma la punizione della vittoria. 


MKHITARYAN 5
Già non è in grande condizione, Micki ormai si trascina da qualche partita: forse è stanco, soffre più degli altri il tour de force. A Cagliari gioca, maluccio, solo un tempo: esce acciaccato e provato. 

ABRAHAM 6
Non gli arrivano molti palloni (ma non lo vedono?), lui viene stretto tra i centrali e tende a sparire. Non un grosso contributo il suo nel primo tempo, poi si sveglia e fa a spallate. Occasioni da gol, però, quasi zero. 


EL SHAARAWY 6
Rileva Micki e finisce col fare il terzino. Non proprio il suo, ma ci si mette con la testa giusta e molto impegno. Poi entra Calafiori e si risposta avanti. Meglio. 


FELIX AFENA 6,5
Mourinho lo lancia nella mischia nel momento più delicato. Lui non si spaventa, ha pure la grande chance per pareggiare alla prima palla toccata. Caratterino.


CALAFIORI NG
Due falli in pochi minuti. Ammonito e condizionato. 


KUMBULLA NG
Entra a rinforzare il fortino di Mourinho.


SACRAMENTO 6,5
Teleguidato da Mourinho, con l’auricolare bianco e sempre pronto a dare istruzioni, pure nell’intervallo. Lo svantaggio spinge a una reazione emotiva della squadra, imbambolata da Pavoletti. Vittoria che vale.

ARBITRO PIZZUTO 6

Seconda volta con la Roma per l’arbitro di Lecce che non ha grandi problemi nel gestire la gara. Magari non è convincente sul piano disciplinare: cartellini quasi tutti negli ultimi venti minuti

© RIPRODUZIONE RISERVATA