Addio a Franco Janich giocatore di Lazio e Bologna

Lunedì 2 Dicembre 2019
È morto a 82 anni Franco Janich, colonna del Bologna dal 1961 al 1972: giocò 376 partite in rossoblù (294 in Serie A, più lo spareggio dell'Olimpico per lo scudetto contro l'Inter, 40 in Coppa Italia, 41 in Europa), vincendo uno scudetto (1963/64), una Coppa Italia (1969/70) e una Mitropa Cup (1961). Ne dà notizia il sito del club, con un messaggio: «Addio Franco, campione sul campo e nella vita». Nato a Udine il 27 marzo 1937 e cresciuto come stopper nello Spilimbergo in Quarta Serie, esordì in Serie A con l'Atalanta prima di trasferirsi alla Lazio di Bernardini con cui vinse una Coppa Italia. Fu proprio l'allenatore romano a volerlo al Bologna nel momento del proprio passaggio sulla panchina rossoblù. E al Bologna Janich arretrò il raggio d'azione, trasformandosi in libero e formando con Tumburus una grande coppia di centrali. Grande e grosso, bravo nell'anticipo, formidabile di testa, venne soprannominato l'Armèri, l'armadio in dialetto bolognese. Alla famiglia Janich, che viveva a Nemi, nella campagna laziale «le più sentite condoglianze» di tutto il Bologna Fc 1909. (ANSA).

«La S.S. Lazio, il suo presidente, l'allenatore, i giocatori e tutto lo staff esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Franco Janich e si uniscono al dolore della famiglia». È il messaggio di cordoglio che appare sul sito ufficiale del club biancoceleste, dopo la morte dell'ex libero laziale fra la fine degli anni '50 e l'inizio dei '60.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma