L'Italbasket cede alla Macedonia del Nord, il girone si chiude con due sconfitte

Foto Ciamillo/Fip
di Marino Petrelli
3 Minuti di Lettura
Domenica 21 Febbraio 2021, 22:00

PERM - Ultima partita per la Nazionale azzurra per le qualificazioni a Euro 2002 e seconda sconfitta consecutiva. La Macedonia del Nord vince 87-78. Decide il secondo tempo da 46-26 per i macedoni che mantengono una speranza di qualificazione. Gli azzurri, avanti fino al 61-65, subiscono un parziale di 12-0 tra la fine del terzo periodo e l’inizio del quarto e non rientrano più. Il giorone si chiude in ogni caso con quattro vittorie e due sconfitte. Nell’ultima partita, bene ancora Spissu con 17 punti (3/6 da tre), Procida con 10 punti e Bortolani con 11. Lampi di classe per Matteo Spagnolo, classe 2003, che chiude con 7 punti (e 16 totali nelle ultime due partite)

Definite le squadre che giocheranno gli Europei, in programma dall’1 al 18 settembre 2022. All’Italia, Germania, Repubblica Ceca e Georgia già qualificate in quanto paesi organizzatori, si affiancano la Francia, la Turchia, la Gran Bretagna, la Spagna, Israele, la Bulgaria, l’Olanda, guidata da Maurizio Buscaglia che è anche allenatore della Pallacanestro Brescia, il Belgio, la Polonia, la Croazia, la Serbia, la Finlandia, l’Ungheria e la Slovenia. Le ultime due arriveranno tra Estonia e Macedonia del Nord e Lituania contro Danimarca, veri e propri spareggi finali.

LA PARTITA 

Coach Sacchetti lascia a riposo Tessitori e Della Valle. Si parte con Spissu, Bortolani, Michele Vitali, Ricci e Baldi Rossi. Avvio azzurro, 2-9 dopo nemmeno tre minuti. Triple da una parte e dall’altra, ma Spissu spinge sull’acceleratore e l’Italia resta avanti 13-22 al settimo, poi 20-30 al primo riposo. Procida, uno degli esordienti, segna otto punti in fila, azzurri ancora avanti 28-37 al 13esimo. Ancora una tripla del giocatore di Cantù regala il 30-45. Il vantaggio azzurro resta costante fino all’intervallo lungo chiuso 41-52. L’Italia tira con il 65 per cento dal campo. 

La Macedonia del Nord rientra con il coltello tra i denti perché deve solo vincere per sperare ancora nella qualificazione, ma l’Italia non trema. Al 25esimo è ancora 53-61. Il brindisino Spagnolo tiene a galla l’Italia, 61-65, ma il terzo periodo si chiude con la Macedonia avanti 67-65 con una tripla da metà campo di Dimitrijevskij. Il parziale del quarto è 26-13. L’Italia non segna più, la Macedonia scappa via 73-65 al 33esimo anche in virtù di alcune decisioni arbitrali non favorevoli agli azzurri. Dimitrijevskij e Magdevski, alla fine 22 e 20 punti a testa, danno l’82-73 al 37esimo. L’Italia non rientra più, finisce 87-78. Appuntamento con la Nazionale al pre olimpico di Belgrado a fine giugno, servirà una squadra molto solida per ottenere la qualificazione a Tokyo 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA