Volley, Tommaso Stefani e Damiano Catania: il "più alto" e il "più basso" testimonial degli Europei under 22

Volley, Tommaso Stefani e Damiano Catania: il "più alto" e il "più basso" testimonial degli Europei under 22
di Elena Ceravolo
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Maggio 2022, 20:14

Il più alto (2 metri e 10) e il più “basso” (1,80), Tommaso Stefani e Damiano Catania. Sono i due “azzurrini” del volley scelti come campioni-testimonial stamattina nella conferenza stampa di lancio del torneo di qualificazione per gli Europei under 22 di pallavolo, che si terrà dal 20 al 22 maggio al nuovo Palasport di Guidonia Montecelio. “Non una scelta causale – ha sottolineato l'allenatore Vincenzo Fanizza -. L'altezza non è discriminante nel nostro sport”. Un'immagine oltre gli stereotipi nel contesto dell'ideale “taglio del nastro” del grande appuntamento internazionale.
L'evento è in programma da venerdì 20 a domenica 22 maggio (ingresso gratuito per il pubblico). L’Italia affronterà i pari età di Irlanda (20/05 ore 19.30), Israele (21/05 ore 19.30) e Portogallo (22/05 ore 19.30). Tre sfide da vivere con il fiato sospeso, che metteranno in mostra alcuni tra i talenti più interessanti del panorama pallavolistico internazionale.

“Un gruppo rinnovato, ma con lo stesso spirito e la stessa voglia di vincere che ci ha portato ai trionfi degli anni passati – ha sottolineato l'allenatore Fanizza, che guida la Nazionale terza nel ranking CEV U19/20 dietro a Russia e Belgio -. Noi sogniamo sempre e vogliamo raggiungere la qualificazione all’Europeo arrivando primi nel girone”. Diversi dei suoi ragazzi, infatti, hanno già vinto sia il Mondiale Under 19 nel 2019 che l’Europeo Pre-Juniores nel 2020. “Questo ciclo può continuare – ha aggiunto il tecnico – anche se nel gruppo ci sono stati dei cambiamenti”. L’opposto Stefani ha citato “la grande emozione nell’indossare questa maglia che ogni volta si rinnova, l’esperienza in Superlega da titolare e i raduni con la Nazionale maggiore mi hanno aiutato tanto nella crescita”. “Ci aspettiamo un grande pubblico – ha aggiunto Catania – pronto a sostenerci fino all’ultima palla. Vogliamo portare in alto il nome di questa Nazionale, ci sentiamo forti e siamo consapevoli della nostra forza”. 


“Abbiamo fortemente voluto portare al Palasport la Nazionale campione del mondo U21 in questo impianto che sta diventando sempre di più l’epicentro della pallavolo laziale e nazionale – ha detto Andrea Burlandi, presidente del Comitato regionale Fipav Lazio – con l’obiettivo di delocalizzare sempre di più i grandi eventi internazionali in tutte le province”.
“Nei tre giorni di gare ci aspettiamo tantissimo pubblico – ha aggiunto Claudio Martinelli, presidente della Fipav Roma – centinaia di bambini e giovani, dopo le emozioni del Memorial Favretto alle Terme di Caracalla, sono pronti a riempire le tribune di Guidonia per una vera festa del volley. Dopo due anni così difficili, nei quali la pallavolo di base ha sofferto per le conseguenze della pandemia, a Roma e in tutta la provincia c’è davvero tanta voglia di grandi eventi”. Per il sindaco Michel Barbet “veder giocare la nazionale maschile di Pallavolo under 22 in gare così prestigiose come le qualificazioni agli Europei è un sogno che si avvera”. Intervenuta anche l'assessore regionale Valentina Corrado: “Ospitare sul nostro territorio è motivo di orgoglio. Il torneo veicola i valori sani dello sport, coinvolge giovanissimi atleti e contribuisce a stimolare la crescita del territorio e delle zone limitrofe in termini turistici, di visibilità ed economici. Come Regione sosteniamo il nostro volley e scommettiamo sul binomio sport e turismo, le cui ricadute sono trasversali e a beneficio dell’intera comunità”.
A chiudere gli interventi è stato Luciano Cecchi, vice presidente della Fipav nazionale: “La federazione celebra l’inizio di un torneo internazionale che darà spettacolo e porterà tanto entusiasmo. Il nostro obiettivo è sempre quello di legare la base al vertice e questi eventi sono un veicolo straordinario in questo senso. Anche e soprattutto nel Lazio, regione con oltre 25 mila tesserati che rappresenta un fiore all’occhiello della pallavolo nazionale. Nel 2023 ospiteremo gli Europei seniores in 9 differenti città”.

Al termine del torneo di qualificazione U22M, la prima classificata del girone staccherà il pass per la fase finale della rassegna continentale, in programma dal 12 al 17 luglio 2022 a Tarnow, in Polonia. Accede all’ultimo step anche la migliore seconda tra i 6 gironi di qualificazione. All’organizzazione dell’evento di Guidonia partecipano attivamente anche le società del territorio Energheia, Guidonia Volley e Vivivillalba.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA