Cinema d'azione, ecosostenibile e indipendente: parte il progetto "Specularii"

Lunedì 6 Gennaio 2020 di Roberta Savona
Carlotta Torchia, autrice e regista di
Non un semplice action movie che arriva da oltreoceano. "Specularii" è il primo esperimento di cinema d'azione, ecosostenibile e totalmente indipendente realizzato da una donna, l'italo-americana Carlotta Torchia, di origini romane ma cittadina del mondo. Dalla sua casa di Miami dove vive da anni, la regista ha guardato lontano, visitando luoghi incontaminati, grandi città e conoscendo persone che nel tempo le hanno donato spunti utili a scrivere una sceneggiatura in equilibrio tra passato e presente, che strizza l'occhio a grandi successi come "Codice Da Vinci" "Trono di Spade" e che tratta temi in bilico tra misteri mai risolti e fisica quantistica. Un plot ricco di tensione, che accompagnerà il pubblico dai boschi medievali, fino ai grattacieli della metropoli.
 
 

Il film sarà realizzato in giro per il mondo e farà tappa anche in Italia, dove la Torchia ha già avuto modo di valutare strategiche location in cui reciteranno come possenti gladiatori, gli atleti di fama mondiale da lei scelti come protagonisti. Una decisione che porterà la creativa, impegnata alla regia in piena epoca del #metoo, a guidare e dirigere dei veri e propri uomini alpha, un altro degli aspetti più curiosi e meritevoli di attenzione, che si aggiunge alla fervente volontà della troupe di rispettare l'ambiente fino in fondo. "Per questo ho pensato di usare solo elementi riutilizzabili e facilmente smaltibili. Dall'assenza di pellicce, all'utilizzo di postazioni solari. Dalle stoviglie utilizzate per i pasti durante le riprese, ai fogli scelti per scrivere i copioni: ogni cosa sarà riciclabile e addirittura piantabile per dar vita a nuova vita", afferma la regista che continua dicendo, "Il nostro pianeta sta andando in rovina, realizzare un progetto così ambizioso in modo etico, è il mio modo per dire alla gente che tutto è fattibile se lo vogliamo realmente". Nobili intenti proclamati dalla director e pienamente condivisi da tutto il cast e per cui è stato fondato "Film4earth Movement", un movimento finalizzato a dar vita ad un cinema in grado di lavorare per l'ambiente e non solo mostrarlo nel suo deterioramento attraverso i numerosi reportage documentaristici. "Serve l'impegno del singolo individuo. Facciamo attenzione a cosa compriamo, scegliamo sempre il biodegradabile e che non sia stato testato sugli animali. Tutti questi messaggi sono veicolabili anche e soprattutto con mezzi di comunicazione come la televisione ed il cinema", conclude Carlotta Torchia.
 
Sport, cinema e rispetto per l'ambiente, il tutto orchestrato con l'attenzione di cui solo un occhio femminile è capace. Un insieme di caratteristiche che rendono il progetto "Specularii" già molto atteso, ed il cui primo ciak è previsto per il prossimo 2021. Il tutto non prima di un lancio su piattaforma mondiale del crowdfunding promosso da Rocco Attianese, presidente della AMT Transport che sostiene il progetto sin dalle sue origini. Con il crowdfundind chiunque può prender parte all'opera, condividendo un nuovo e più sano modo di fare cinema. Tra i nomi che saranno presenti nel film, brilla quello dell'attore Costas Mandylor, tra i volti protagonisti di "Saw - L'Enigmista" e con all'attivo oltre cento pellicole che lo rendono indubbiamente il più esperto nel cast. Mandylor è seguito da Rob Kaman, campione mondiale di Kick Boxing, considerato il Muhammad Ali della sua categoria. E ancora Peter Lee Thomas, atleta di arti marziali e fight designer della patinata Hollywood, seguito dalla celebrity e attrice olandese Princess Inge Hazebroek. Insieme a loro c'è anche l'atleta italiano Rolando Bianchi, la cui partecipazione speciale merita il ringraziamento della regista. La presenza di grandi rappresentanti dello sport che hanno aderito al progetto sono per Carlotta una vera e propria spinta in avanti, a cui si sommano il sostegno dello studio Meridian MedSpa di Miami, di Ron De Meo e l'appoggio della televisione olandese RTL con Gabriel Dekruiff, che seguirà lo svolgimento di tutte le fasi del film. La pellicola si avvarrà della presenza dell'executive producer e world press newyorkese Melanie A.Bonvicino e della supervisione e collaborazione artistica di Paolo Torchia. Agli aspetti legislativi e per tutte le scelte che la regista farà nel corso della realizzazione, non mancherà il supporto legale dello Studio Mezzetti di Alberto Mezzetti, affiancato allo studio J&J Law di Amsterdam, di Sharon Haimè. Le riprese avverranno tra Olanda e Italia e infine a Roma, negli Studios De Paolis di Daniele Taddei, che ospiterà il progetto in un teatro interamente eco-sostenibile.

 

 
 
 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Iscrizione a scuola, la regola aurea per decidere senza discutere

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma