Maledizione Sanremo per i Ricchi e Poveri: Angelo colto da attacco cardiaco

Giovedì 20 Febbraio 2014
5
Maledizione Sanremo per i Ricchi e Poveri: Angelo colto da attacco cardiaco

Come una maledizione. Da due anni, quando si entra in zona Festival di Sanremo, i Ricchi e Poveri vivono qualcosa di doloroso. Lo scorso anno la morte del figlio di Franco Gatti, "il baffo" del gruppo. Stamani è toccato ad Angelo Sotgiu, il "biondino" del gruppo fare i conti con un destino avverso. Mentre era nella sua casa, Angelo, che compirà 68 anni sabato prossimo, ha avuto un attacco cardiaco. Il cantante è stato ricoverato all'ospedale Galliera, nel centro di Genova. Dopo un iniziale spavento, gli accertamenti hanno scongiurato che il suo cuore fosse gravemente ferito.

Sarà dimesso già sabato. In poco tempo è stato raggiunto dal manager del gruppo, Giorgio Tani. Il tempo di compiere tutti gli accertamenti di rito ed avere la certezza che la paura era rientrata. Intorno alle 14 è stato proprio il manager a far sapere che le condizioni miglioravano. «Le condizioni non destano preoccupazioni», ha detto. E il miglioramento dello stato di salute di Angelo Sotgiu è stato confermato anche in serata. «Sta bene, sta bene - dice Tani, con tono quasi meravigliato - Non è stata una cosa importante. Continueranno i controlli, ma credo che in un paio di giorni Angelo possa essere dimesso».

Pericolo superato. Non era stato così lo scorso anno per Franco Gatti, che dovette apprendere della morte improvvisa del figlio Alessio, 23 anni, avvenuta nella sua casa di via Capolungo a Nervi. Era il 13 febbraio e quella sera Fabio Fazio, aveva invitato come ospiti 'I Ricchi e Poverì. Il conduttore annunciò in conferenza stampa la tragedia. E sul Festival piombò il lutto.

Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio, 09:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA