Eurovision 2023 non sarà in Ucraina. «Non ci sono garanzie di sicurezza», Regno Unito candidato

Eurovision 2023 non sarà in Ucraina. «Non ci sono garanzie di sicurezza», Regno Unito candidato
di Mattia Marzi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 17 Giugno 2022, 12:44 - Ultimo aggiornamento: 16:02

L’Eurovision Song Contest 2023 non si svolgerà in Ucraina. Lo comunica l’Ebu, il comitato che raggruppa le emittenti radiotelevisive europee, che organizza lo show, facendo sapere che “a seguito di un’analisi obiettiva il consiglio di amministrazione dell’Eurovision ha concluso con profondo rammarico che, date le circostanze attuali, non ci sono le garanzie di sicurezza” necessarie per organizzare la prossima edizione in Ucraina.

La Kalush Orchestra vende all'asta per 900.000 euro il premio dell'Eurovision e compra un drone PD-2 per l'esercito ucraino

Kiev avrebbe dovuto da regolamento ospitare l’Eurovision Song Contest 2023 in seguito alla vittoria degli ucraini Kalush Orchestra con la loro “Stefania” quest’anno a Torino (da tradizione, il paese che vince deve poi ospitare l’anno successivo la kermesse), ma il protrarsi della guerra contro la Russia rende impossibile di fatto l’organizzazione della manifestazione.

Regno Unito candidato

Con molta probabilità l’Eurovision Song Contest 2023 si svolgerà nel Regno Unito, arrivato secondo quest’anno in classifica con il britannico Sam Ryder e la sua “Spaceman”: “In conformità con le regole e per garantire la continuità dell’evento, l’Ebu inizierà ora le discussioni con la Bbc, in quanto seconda classificata di quest’anno, per ospitare l’Eurovision Song Contest 2023 nel Regno Unito”, si legge nel comunicato. Gli organizzatori promettono che la manifestazione supporterà comunque l’Ucraina: “La vittoria dell’Ucraina si rifletterà negli show del prossimo anno. Questa sarà una priorità per noi nelle discussioni con i concorrenti”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA