Morricone, al Verdi di Pisa, omaggio
a Morricone con Ensemble Symphony Orchestra

Mercoledì 26 Febbraio 2020
Il maestro Ennio Morricone
Da Mission a La leggenda del pianista sull’oceano, da Nuovo Cinema Paradiso a C’era una volta in America… Le grandi colonne sonore di Ennio Morricone escono dal grande schermo e si accomodano giovedì 27 febbraio (ore 21) al Teatro Verdi di Pisa nell’omaggio al Premio Oscar dell’Ensemble Symphony Orchestra. 500 colonne sonore, 70 milioni di dischi, sei nomination e due Oscar vinti, tre Grammy, quattro Golden Globe e un Leone d’Oro fanno di Ennio Morricone un gigante della musica di tutti i tempi. Da qui l’idea dell’Ensemble Symphony Orchestra di porgere omaggio al Maestro. Dal vivo melodie scolpite nella memoria collettiva scorrono come fotogrammi. L’Ensemble Symphony Orchestra esalta la potenza evocativa di Mission, La leggenda del pianista sull’oceano, C’era una volta il West, Nuovo Cinema Paradiso, The Hateful Eight, C’era una volta in America, Per qualche dollaro in più, Malena.


 Sul palco si alternano solisti, prime parti di importanti teatri e istituzioni sinfoniche italiane, come il violoncello del Maestro Ferdinando Vietti e la tromba del Maestro Stefano Benedetti. Ospiti speciali il soprano Anna Delfino, beniamina del pubblico europeo dell’opera, che fa rivivere l’emozione del Deborah’s Theme da C’era una volta in America e il violinista del Circle du Soleil Attila Simon, che esegue il concerto romantico interrotto per violino da Canone Inverso. Ad accompagnare il pubblico, dando voce ai personaggi e alle ambientazioni, è l’attore Matteo Taranto. Diretto dai maggiori registi italiani e stranieri, da Ferzan Ozpeteck ad Alessandro Gassmann da Enrico Oldoini e Sam Mendes nello 007 - Spectre, si è dedicato al mondo delle fiction, dove si è particolarmente distinto nel ruolo del cattivo ne Il commissario Montalbano. Diretta dal maestro Giacomo Loprieno, L’Ensemble Symphony Orchestra si è avvicinata alla musica di Morricone dopo importanti collaborazioni: impossibile non ricordare quelle con Mario Biondi, Max Gazzè, Franco Battiato, Giovanni Allevi, Renato Zero, Francesco Renga, Pooh, Baustelle, Pfm, Andrea Bocelli, Sting, Kylie Minogue, Robbie Williams, Nile Rodgers, Sam Smith, Luis Bacalov. Con oltre 600 concerti tra Italia, Svizzera, Germania, Spagna, Olanda, Francia, Austria, Regno Unito e Belgio, l’orchestra presenta una versatilità e attenzione per ogni tipo di musica, con un repertorio che spazia dalle arie d’opera più conosciute alle colonne sonore di film di fama mondiale, da Frozen ad Harry Potter © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi