Cannes 2021, un Festival kolossal in presenza: misure anti-Covid, i film in concorso, le tendenze

Il Palais des Festivals a Cannes
di Leonardo Jattarelli
5 Minuti di Lettura

Il cinema ritrovato inizia da Cannes. La 74esima edizione del Festival del Cinema si preannuncia come una kermesse kolossal in presenza, con il rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid (tamponi per tutti ogni 48 ore) e un parterre speciale. Dal 6 al 17 luglio, dopo aver visionato oltre duemila pellicole, arrivano alla Croisette 24 titoli in concorso, 18 in Un Certain Regard («che torna al cinema degli esordienti, dei giovani, della ricerca, come del resto era stato concepito» afferma il direttore artistico Thierry Frémaux), 11 fuori concorso (includendo Midnight e Special Screenings) e 10 titoli nella nuova sezione Cannes Premières.

Ad inaugurare il Festival sarà “Annette”, l’attesissimo film di Leos Carax. La pellicola uscirà in Italia con I Wonder Pictures che lo distribuirà nelle nostre sale in collaborazione con Koch Media e Wise Pictures.
Definito dal presidente del Festival di Cannes Pierre Lescure «un evento, come ogni film di Leos Carax, il regalo che gli amanti del cinema e della musica stavano aspettando», Annette è un musical rock in piena regola, secondo la dichiarazione degli Sparks, autori della colonna sonora originale.

Jodie Foster sarà premiata con la Palma d’oro alla carriera. L’attrice, regista e produttrice americana sarà ospite d’onore della cerimonia di apertura martedì 6 luglio sul palcoscenico del Palais des festivals.
Per l’Italia, un solo film presente, quello di e con Nanni Moretti, Tre piani, in concorso per la Palma d’oro. Il film è l’adattamento dall’omonimo romanzo dello scrittore israeliano Adapted EshkolNevo (Neri Pozzi). Protagonisti Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini, Elena Lietti, Alessandro Sperduti, Denise Tantucci, Nanni Moretti, Anna Bonaiuto, Paolo Graziosi, Stefano Dionisi, Tommaso Ragno. Prodotto da Sacher Film e Fandango con Rai Cinema, e Le Pacte, uscirà il 23 settembre in Italia da 01 Distribution.
«Abbiamo fatto solo quello che avevamo programmato fin dall’inizio, senza cedere ad azioni irresponsabili o scoraggiarci. Ora è il momento di ospitare una grande Cannes, senza dare per scontato che la pandemia sia finita». Con queste parole, Thierry Frémaux ha spiegato come sarà il Festival di Cannes 2021 che avrà come presidente di giuria del concorso Spike Lee.

Frémaux ha poi aggiunto: «Il numero di posti aumenterà, ma non quello degli accrediti, perché il nostro obiettivo è continuare ad essere un evento di dimensioni ragionevoli. Puntiamo insomma alla qualità dell’ospitalità e a proiezioni confortevoli. Ci sarà anche un nuovo multisala, che non si trova proprio al centro della città; possiamo immaginare che sarà frequentato dai festivalieri che passeranno la giornata lì, guardando quattro o cinque film, per poi tornare nella zona della Croisette per cenare e stare insieme».
A proposito dei film selezionati, Fremaux ha concluso: «Alcuni film hanno scelto di aspettarci e li abbiamo ritrovati, in molti posti le riprese non si sono interrotte quindi c’è stata una grande offerta su cui scegliere: un numero record, 2300 film si sono iscritti ma non si tratta solo di quantità ma di qualità. Abbiamo scelto quasi tutti i film del 2020 per ringraziarli in questo momento di grande incertezza ma anche tanti nuovi titoli. Nella selezione ci sono film fatti con computer portatili, film dove si vedono le mascherine e un giorno ci chiederemo “perché?”, tematiche forti, film che affrontano la questione identitaria, il mistero della coppia, la scelta di andare via, perdere tutto e ripartire. Quest’anno faremo un bel viaggio con tematiche forti dalla questione della gioventù a quella della vendita delle armi, forme nuove e molta poesia».
Tre registe donne potrebbero ambire a vincere la Palma d’Oro ovvero, Mia Hansen-Løve, Catherine Corsini e Julia Ducournau. Ma ecco tutti i film di questa 74esima edizione:

IN CONCORSO

Annette di Leos Carax
The French Dispatch di Wes Anderson
Benedetta di Paul Verhoeven
A Hero di Asghar Farhadi
Tout S’est Bien Passe di François Ozon
Tre Piani di Nanni Moretti
Titane di Julia Ducournau
Red Rocket di Sean Baker
Petrov’s Flu di Kirill Serebrennikov
France di Bruno Dumont
Nitram di Justin Kurzel
Memoria di Apichatpong Weerasethakul
Lingui di Mahamat-Saleh Haroun
Paris 13th District di Jacques Audiard
The Restless di Joachim Lafosse
La Fracture di Catherine Corsini
The Worst Person in the World di Joachim Trier
Compartment No. 6 di Juho Kuosmanen
Casablanca Beats di Nabil Ayouch
Ahed’s Knee di Nadav Lapid
Drive My Car di Ryusuke Hamaguchi
Bergman Island di Mia Hansen-Løve
The Story of My Wife di Ildikó Enyedi

FUORI CONCORSO

De Son Vivant di Emmanuelle Bercot
Emergency Declaration di Han Jae-Rim
The Velvet Underground di Todd Haynes
Stillwater di Tom McCarthy

PROIEZIONI DI MEZZANOTTE

Bloody Oranges di Jean-Christophe Meurisse

UN CERTAIN REGARD

The Innocents di Eskil Vogt
After Yang di Kogonada
Commitment Hasan di Hasan Semih Kaplanoglu
Lamb di Valdimar Jóhansson 
Noche De Fuego di Tatiana Huezo
Delo (House arrest) di Alexey German jr.
Blue Bayou di Justin Chon
Moneyboys di C.B Yi 
Freda di Gessica Généus
Un monde di Laura Wandel

CANNES PREMIERE
Si tratta di una nuova sezione del festival che debutta in occasione di Cannes 2021. Come ha spiegato il delegato «sono film che avrebbero potuto far parte della competizione ufficiale. È una tale calamita che tutti vorrebbero essere lì. Vorremmo accogliere il maggior numero possibile di film ma dobbiamo avere rispetto per la giuria che deve vedere i film con il giusto tempo»
Ecco i film selezionati
Jfk revisited: through the looking glass di Oliver Stone
Jane par Charlotte di Charlotte Gainsbourg
Evolution di Kornél Mundruczo
Tromperie (Deception) di Arnaud Desplechin
Cow di Andrea Arnold
Cette Musique Ne Joue Pour personne (Love songs for tough guys) di Samuel Benchetrit
MOthering Sunday di Eva Husson
Serre-moi Fort (Hold me tight) di Mathieu Amalric
In Front Of Your Face di Hong Sang-Soo

PROIEZIONI SPECIALI

H6 di Yé Yé 
Cahiers noirs (Black notebooks) di Shlomi Elkabetz
O Marinheiro Das Montanhas (Le marin des montagnes/Mariner of the mountains) di Karim Aïnouz

Venerdì 4 Giugno 2021, 15:22 - Ultimo aggiornamento: 16:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA