I registi lanciano l'appello: «Le sale in America a rischio estinzione»

Venerdì 2 Ottobre 2020
Luca Guadagnino tra i firmatari della petizione per gli aiuti alle sale cinematografiche
Le sale cinematografiche rischiano l’estinzione. È l’allarme lanciato dai principali registi, tra cui anche l’italiano Luca Guadagnino, i quali in una lettera congiunta con la National Association of Theatre Owners (NATO), Directors Guild of America e Motion Picture, indirizzata al Congresso americano hanno chiesto aiuti finanziari per fronteggiare per perdite causate delle chiusure forzate a causa della pandemia di Covid-19.
Senza aiuti il rischio è che molti cinema non sopravviveranno. Secondo quanto scrive Hollywood Reporter, il 93% di essi ha avuto perdite del 75% nel secondo trimestre del 2020 dopo lo stop a metà marzo. Anche dopo la riapertura della maggior parte delle sale, Hollywood continua a rimandare le nuove uscite per timore che il pubblico non sia pronto ad un ritorno. Se continua così, secondo Nato, il 69% dei cinema più piccoli chiuderà per sempre e si perderanno il 66% dei posti di lavoro nel settore. La lettera è stata indirizzata, tra gli altri, al leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell, alla speaker della Camera Nancy Pelosi, e in essa si chiede di indirizzare i fondi ancora inutilizzati del CARES Act, il pacchetto di aiuti agli americani in seguito al Covid, alle attività che hanno subito le perdite maggiori.  © RIPRODUZIONE RISERVATA