Repubblica Dominicana, 23enne beve bottiglia di tequila per scommessa: muore in pochi secondi

Sabato 4 Marzo 2017 di Federica Macagnone
1

Una vita spezzata in pochi attimi, ad appena 23 anni, per il desiderio di portarsi a casa i 630 dollari messi in palio in una stupida scommessa: bere un'intera bottiglia di tequila in una volta sola. Kelvin Rafael Mejía stava passando una serata con gli amici nel night club dominicano Vacca Lounge quando si è avvicinato a un tavolo dove un gruppo di clienti stava organizzando, appunto, una sfida su quanta tequila potessero bere in una volta sola. Avrebbe potuto andare oltre e lasciar perdere, invece si è fermato e ha chiesto di partecipare: già in quel momento la sua sorte era segnata.
 

 

Quando è stato il suo turno non ha esitato: si è attaccato alla bottiglia e, per dimostrare di essere il più resistente, ha tracannato in un colpo tutta la tequila tra le ovazioni dei presenti. Sono bastati pochi istanti perché la situazione precipitasse. Già inebetito mentre gli organizzatori intorno a lui gli consegnavano il premio in banconote, dopo pochi secondi è crollato: due persone l'hanno sorretto perché non riusciva a reggersi in piedi, poi l'hanno adagiato in terra svenuto e hanno chiamato i soccorsi medici.

Kelvin, però, non si è mai più svegliato: i medici lo hanno dichiarato morto per intossicazione da alcol. E mentre i gestori del Vacca Longue hanno preso le distanze della tragedia, dichiarando di non avere nulla a che fare con quella scommessa e con la morte del ragazzo, il filmato che mostra gli ultimi istanti di vita di Kelvin, con la sua bevuta, il malore, lo svenimento, veniva postato online. Con la speranza che possa servire a dissuadere altri dall'affrontare scommesse mortali.

Ultimo aggiornamento: 6 Marzo, 00:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi