«Vaiolo delle scimmie»: due casi registrati nell'uomo in Galles. Si indaga sui recenti contatti degli infetti

Due casi di «Vaiolo delle scimmie» registrati sull'uomo in Galles: si indaga sui recenti contatti degli infetti
3 Minuti di Lettura

Nel Galles del nord, sono stati registrati due casi di Poxvirus, una malattia rara, causata dal virus del vaiolo delle scimmie. Secondo quanto fa sapere la sanità pubblica del Galles, sono ora in corso il monitoraggio e la ricerca degli ultimi contatti dei due ammalati. La PHW definisce tuttavia come «molto basso» il rischio di infezione per il pubblico. Public Health Wales ha affermato che l'infezioni sarebbe arrivata dall'estero ed entrambi i casi di vaiolo sono stati identificati in due persone della stessa famiglia, ora ricoverate in un ospedale in Inghilterra.

Varianti, quali le più contagiose e più a rischio reinfezioni? Alfa, Beta, Delta e Gamma: pericoli ed efficacia vaccino, cosa sappiamo (e cosa no)

«I casi confermati di vaiolo delle scimmie sono un evento raro nel Regno Unito e il rischio per il pubblico in generale è molto basso», ha affermato alla BBC Richard Firth, consulente di PHW per la protezione della salute. «Abbiamo lavorato con colleghi di diverse agenzie, seguendo protocolli e procedure collaudati e identificato tutti i contatti stretti. Sono state messe in atto azioni per ridurre al minimo la probabilità di ulteriori infezioni».

Covid, Von der Leyen: «Dobbiamo sapere da dove è arrivato il virus»

Il virus del vaiolo delle scimmie, diffuso principalente nei paesi dell'Africa centrale e occidentale, è un membro della stessa famiglia di virus del vaiolo, anche se è molto meno grave e gli esperti dicono che le probabilità di infezione sono basse. Tra i sintomi iniziali, riportati dall'Oms, febbre, mal di testa, gonfiori, mal di schiena, dolori muscolari e svogliatezza generale. Tuttavia dopo la fine della febbre, può svilupparsi un'eruzione cutanea pruriginosa che si fa crosta per poi cadere. L'eruzione spesso inizia sul viso e poi si diffonde ad altre parti del corpo, più comunemente i palmi delle mani e le piante dei piedi. L'infezione di solito si risolve da sola e dura tra 14 e 21 giorni.

Venerdì 11 Giugno 2021, 13:54 - Ultimo aggiornamento: 14:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA