Muore di leucemia a 15 anni, Alessio era una giovane promessa del calcio

Venerdì 30 Agosto 2019
Muore di leucemia a 15 anni, Alessio era una giovane promessa del calcio

TARANTO - Alessio Romanazzi aveva 15 anni appena compiuti e un futuro da calciatore. E' morto dopo due anni di lotta contro una grave forma di leucemia. Come racconta Repubblica Bari, Alessio aveva perso la madre a soli nove anni e insieme al fratello gemello Angelo viveva in una casa famiglia. Aveva iniziato a giocare a calcio nella New Team di Leonzio Sgobba, una squadra che aggrega oltre 80 ragazzi e si allena nel campetto all'interno dell'Istituto Maria Immacolata.

Samuele, stroncato dal cancro a 14 anni. Era una promessa del calcio

 

Promessa del calcio muore a 12 anni per cause sconosciute

«È diventato un grande progetto di recupero dei ragazzi di strada - spiega Sgobba - e siamo riusciti a formare anche un gruppo di catechismo nella nostra parrocchia di Sant'Antonio, dove insieme per anni siamo arrivati addirittura a prendere i sacramenti fino alla cresima. Alessio era un bambino dolce, che sorrideva alla vita, nonostante le tante difficoltà. Un giorno in allenamento vidi che aveva un gonfiore al collo e lui mi disse che era una puntura di zanzara. Purtroppo, però, non era così, era il sintomo della malattia». Alessio era un bravo attaccante e segnava 30 gol all'anno. Tifosissimo del Milan, dopo l'inizio della malattia aveva fatto avanti e indietro tra Bari, Roma e ospedale Santissima Annunziata di Taranto.

 

Ultimo aggiornamento: 11:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma