Camilla Canepa, 18enne morta dopo AstraZeneca: in corso l'espianto degli organi: «Darà vita a altre persone»

Camilla Canepa, 18enne morta dopo AstraZeneca: in corso l'espianto degli organi: «Darà vita a altre persone»
4 Minuti di Lettura

Camilla Canepa è morta nella giornata di ieri a 18 anni, con una gravissima trombosi al seno cavernoso e conseguente emorragia cerebrale, due settimane dopo essersi sottoposta al vaccino anti-Covid AstraZeneca. La ragazza di Sestri Levante, aveva partecipato ad uno degli Open Day rivolti agli over 18 della regione Liguria. «La notizia che nessuno avrebbe voluto sentire», è il messaggio che domina le pagine social di tutta Italia. Molti i messaggi di vicinanza alla famiglia della giovane. 

Pippo Inzaghi e il saluto su Instagram a Camilla Canepa: «Riposa in pace»

In queste ore è in corso l'espianto degli organi della giovane al Policlinico San Martino di Genova. Secondo quanto appreso, è già stato espiantato il fegato, affidato alla staffetta appena partita per l'ospedale di Niguarda (Milano). Verranno espiantati altri quattro organi oltre al tessuto che verrà messo a disposizione dell'anatomopatologo della procura. «Un gesto ammirevole, un grande gesto d'amore», ha detto il direttore generale del San Marino Giuffrida commentando la decisione dei genitori di Camilla di donarne gli organi. 

«Hanno appena perso una bimba e mentre metabolizzano questa tragedia - ha detto ancora Giuffrida - riescono a pensare agli altri, a persone che adesso potranno continuare a vivere. È ammirevole quello che hanno fatto, è ammirevole dare la vita a altre persone». Gli organi espiantati sono stati messi nella disponibilità del centro nazionale trapianti e per ora è nota la sola destinazione del Niguarda oltre che a un paziente ricoverato al San Martino. Secondo quanto appreso, una equipe di psicologi messa a disposizione dal Policlinico genovese sta assistendo i genitori e le equipe mediche che hanno operato Camilla. 

Camilla Canepa, morta dopo il vaccino AstraZeneca: un'agonia durata 15 giorni

L'ADDIO - Camilla era una pallavolista e giocava nella squadra locale di VBC Casarza Ligure. Le sue compagne di partita salutano ora la ragazza scomparsa: «Abbiamo appreso con grande dolore che Camilla non c’è l’ha fatta. Siamo affranti e ci mancano le parole. CIAO CAMI», si legge in un post Facebook della sua squadra di Volley. Ad accompagnare il messaggio una foto, in cui le pallavoliste sono riprese insieme in un abbraccio durante una partita, probabilmente un gesto di esultanza, immortalato in una delle tante partite che le ha viste giocare fianco fianco e che ora Camilla non potrà più presenziare

AstraZeneca sui giovani è sicuro? Pregliasco: «Meglio Pfizer e Moderna, ma i casi di trombosi sono rarissimi»

Anche la Federazione Italiana pallavolo esprime il proprio lutto in un post Facebook. «Una tragica notizia ha colpito oggi il mondo del volley italiano, a soli 18 anni la pallavolista Camilla Canepa ci ha lasciato. La giovane atleta di Sestri Levante, che militava nella VBC Casarza Ligure, si è spenta nel pomeriggio dopo esser stata ricoverata il 5 giugno all'ospedale San Martino di Genova», si legge in una nota.
«Da parte del presidente federale Giuseppe Manfredi, dei vice presidenti Adriano Bilato e Luciano Cecchi, del segretario generale Alberto Rabiti, del Consiglio Federale, della Federazione Italiana Pallavolo e di tutto il nostro movimento vanno alla famiglia di Camilla sentite condoglianze». 

Astrazeneca, l'Umbria sospende le seconde dosi per gli under 60

SOCIAL - Un mazzo di fiori bianchi è stato appoggiato sullo scooter di Camilla Canepa parcheggiato sotto casa. Un gesto di affetto per la 18enne. Lo rivela una sua amica con un post su Fb. Grande dolore e molte domande tra gli amici e i conoscenti della ragazza. Tra gli amici, il parroco, i genitori dei compagni, i commenti sui social sono tanti. «Di questa follia tu ne hai pagato il conto più pesante» scrive Marco. «Una ragazza amata. Solo lacrime e gratitudine per una famiglia che ha dato senso a una morte insensata, autorizzando la donazione degli organi» scrive Francesco. Monia commossa: «Non riuscivo a crederci, poi ho visto un mazzo di fiori bianchi sul tuo scooter sotto casa...».

Venerdì 11 Giugno 2021, 10:28 - Ultimo aggiornamento: 15:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA