Vaccino, due dosi «riducono le morti da Covid del 95%»: l'ultimo studio dei ricercatori

Vaccino, due dosi «riducono le morti da Covid del 95%»: l'ultimo studio dei ricercatori
di Lorena Loiacono
3 Minuti di Lettura
Sabato 17 Luglio 2021, 09:25 - Ultimo aggiornamento: 11:09

Con due dosi di vaccino, le morti da Covid si riducono del 95%. A rivelarlo è uno studio dell'Icmr, il Consiglio indiano di ricerca medica, che ha analizzato gli effetti del vaccino sulla seconda ondata del Covid in India, tra i Paesi più colpiti dalla pandemia, alle prese con la variante Delta. Lo studio è stato portato avanti sul personale di polizia: 117.524 agenti, tra questi erano 17059 i non vaccinati, 32792 le persone che hanno avuto una sola dose e 67673 quelli che hanno ricevuto entrambi le dosi.

RISUTATI DELLE ANALISI Come è possibile ridurre le morti per oltre 9 casi su 10? Le analisi dell'Icmr hanno ha rivelato che l'incidenza della morte da Covid 19 è pari all' 1,17 per mille tra coloro che non erano stati vaccinati e che si riduce fino allo 0,21 per mille tra coloro che hanno ricevuto una dose.

Vaccino, due dosi contro la variante Delta

 

Analizzando poi il gruppo dei poliziotti che si erano sottoposti anche alla seconda dose, il tasso di mortalità è calato allo 0,06% per mille.

 

ANTIDOTO ALLA VARIANTE DELTA

Stando agli studi indiani, quindi, due dosi di vaccino sono ampiamente efficaci sulla variante che, ad oggi, è la più presente in Italia.

Variante Delta negli Stati Uniti, casi triplicati: da 28mila a 74mila in sole 24 ore

Le caratteristiche principali della variate Delta, va ricordato, sono l'alta trasmissibilità oltre che la virulenza. I risultati dello studio sono stati presentati dal dott. VK Paul, membro del Niti Ayong, per sottolineare l'importanza della vaccinazione completa ai fini della prevenzione: sia per ridurre drasticamente i decessi sia per evitare forme violente di infezione.

Regioni gialle, Lopalco: «Chiudere tutto? Stavolta non serve, non c'è un'ondata come in Inghilterra»

ANCHE L'EMA CONFERMA L'esito delgi studi portati avanti in India, dove la popolazione ha subito uno degli attacchi peggiori del Covid, è in linea con quanto analizzato anche in Europa dall'Ema, l'Agenzia europea del farmaco, in merito alla variante Delta, di fatto quella dominante al momento. «Sembra che i quattro vaccini autorizzati nell'Ue, vale a dire Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson&Johnson – hanno assicurato gli esperti -proteggano contro tutte le varianti del coronavirus Sars-CoV-2, inclusa la Delta. I primi dati suggeriscono che due dosi di vaccino proteggono contro la variante Delta e che gli anticorpi derivanti dai vaccini approvati neutralizzano la variante».

© RIPRODUZIONE RISERVATA