COVID

Covid, Locatelli: «Test rapido usato in aeroporti è il più adatto alle scuole»

Venerdì 25 Settembre 2020

Prevedere ulteriori misure per arginare il contagio da Covid è una scelta razionale, che potrebbe consolidare il vantaggio che l'Italia ha assunto nella lotta al virus. È quanto afferma Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e componente del Cts: «Le mascherine contribuiscono alla protezione e visti i numeri degli altri Paesi, si tratta di una scelta condivisibile. Naturalmente poi esiste una discrezionalità regionale, ma quando questa va in direzione di ulteriori restrizioni, personalmente io sono favorevole».

Le Regioni riaprono gli stadi. Zingaretti: ma l'Olimpico no

Poi un occhio alle scuole, che appena aperte si trovano ad affrontare i primi positivi. «Il test antigenico rapido, usato ad oggi negli aeroporti è il più adatto per gli istituti - prosegue Locatelli - Il lavoro su esami alternativi è in progress e i dati attuali potrebbero cambiare nel giro delle prossime settimane. Non credo, pertanto, che le posizioni del ministro Speranza e dello Spallanzani siano inconciliabili. Il ministro della Sanità risponde nella logica di avere a scuola test per grossi numeri di utenti e con esito veloce, ma chiaramente bisogna prendere atto delle valutazioni fatte da un gruppo di lavoro straordinariamente qualificato come è quello dello Spallanzani». E la chiosa: «Se esistono limitazioni o ancora colli di bottiglia, nostra missione è impegnarci per comprendere presto se siano superabili o meno».
 


 

Ultimo aggiornamento: 16:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche