“Febbre del topo”, primo contagio nell'uomo a Gorizia: oltre 200 casi in Slovenia

Febbre del topo , un contagio in Friuli: oltre 200 casi in Slovenia
2 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Giugno 2021, 15:52 - Ultimo aggiornamento: 20:18

A Gorizia è stato registrato nelle scorse ore un primo caso di "febbre del topo" nell'uomo, causata da Hantavirus. L'infezione sarebbe stata importata dalla vicina Slovenia, dove sono segnalati oltre 200 casi, e da cui l'uomo proviene. Il cittadino sloveno si sarebbe presentato pochi giorni fa al Pronto soccorso locale con una sintomatologia legata alla specifica infezione.

Covid, tra i 25 nuovi contagi c'è un bimbo di 5 anni. Nessun decesso e 50 guariti

Contagio dalla Slovenia

L'uomo risiede a qualche chilometro dal confine con il Friuli-Venezia Giulia e, domiciliato a Cervignano, lavora per una ditta dell'indotto Fincantieri a Monfalcone, come riporta il quotidiano "Il Piccolo". L'uomo sarebbe ora in condizioni stabili, nonostante il suo caso abbia destato qualche preoccupazione in Regione. In Slovenia sono state 213 le persone contagiate e poi guarite da questa infezione che, come riporta il Ministero della Slute, «avviene per diretto contatto con feci, saliva, urine di roditori infetti o per inalazione dei virus attraverso escrementi di roditori».

Variante Delta nell'89% dei casi a Mosca, 9000 contagi in un giorno. Sputnik: «Vaccino è efficace»

SINTOMI - «Le malattie da hantavirus possono essere caratterizzate da coinvolgimento renale (nefrite) ed emorragie oppure da una sindrome polmonare. Si tratta di malattie acute in cui l’endotelio vascolare viene danneggiato con conseguente aumento della permeabilità vascolare, ipotensione, manifestazioni emorragiche e shock» scrive il Ministero della Salute.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA