COVID

Covid, nessuna presenza del virus in Lombardia prima di gennaio 2020: ecco lo studio che lo conferma

Sabato 3 Aprile 2021
Covid, nessuna presenza del virus in Lombardia prima di gennaio 2020: ecco lo studio che lo conferma

In Lombardia non c'era nessuna traccia del virus SARS-CoV-2 prima di gennaio 2020. A confermarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Travel Medicine and Infectious Disease fatto dal Laboratorio di Virologia Molecolare della Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia, guidato dal professor Fausto Baldanti, e dal Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell'Università degli Studi di Milano, guidato dalla professoressa Elena Pariani. Lo scopo della ricerca era evidenziare l'eventuale presenza di RNA di SARS-CoV-2 in un periodo antecedente al primo caso di Covid 19 registrato in Lombardia il 20 Febbraio 2020.

 

 

 

I dati della ricerca

La ricerca si è basata sull'analisi di 1.581 tamponi nasali che sono stati raccolti in tutta la Lombardia nell'ambito della sorveglianza delle infezioni gravi respiratorie causate da influenza e dalla sorveglianza sentinella delle sindromi simil-influenzali. Di questi 1.581 campioni, effettuati dal 1 ottobre 2019 al 20 febbraio 2020, nessuno ha evidenziato la positività al SARS-CoV-2. Quanto emerso suggerisce che non ci sia alcuna evidenza di circolazione del coronavirus in Lombardia tra il mese di ottobre 2019 e l'inizio di gennaio 2020. «I risultati di questo studio si aggiungono ad altri da noi ottenuti in precedenza - commenta il responsabile del laboratorio di Virologia Molecolare del San Matteo, Fausto Baldanti - ovvero che il virus ha iniziato a circolare in modo silente sul territorio lombardo dalla seconda metà del mese di gennaio 2020, ovvero circa un mese prima del caso diagnosticato in provincia di Lodi».

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA