BOLLETTINO

Covid Italia, bollettino di sabato 16 gennaio 2021: 16.310 contagi e 475 morti. In Lombardia e Sicilia il maggior numero di casi

Sabato 16 Gennaio 2021
Covid Italia, bollettino di sabato 16 gennaio 2021: 16.310 contagi e 475 morti. In Lombardia e Sicilia il maggior numero di casi

Covid, il bollettino di sabato 16 gennaio. Nelle ultime 24 ore in Italia i nuovi contagi sono stati 16.310 (16.146 ieri), i morti 475 (477 ieri), secondo i dati del ministero della Salute. Sono 16.310 i tamponi (compresi i test antigenici, conteggiati da ieri).

Sono in calo di 2 unità i pazienti in terapia intensiva in Italia nelle ultime 24 ore, nel saldo giornaliero tra ingressi e uscite, secondo i dati del ministero della Salute. Gli ingressi giornalieri in terapia intensiva sono 170. In totale i ricoverati in rianimazione sono 2.520. I pazienti in area medica sono invece in diminuzione di 57 unità rispetto a ieri, portando il totale a 22.784.

 

In Lombardia e Sicilia il maggior numero di casi nella 24 ore

 

Le regioni con il maggior numero di tamponi giornalieri positivi, secondo i dati del ministero della Salute, sono: Lombardia 2.134, Sicilia 1.954, Veneto 1.929, Emilia Romagna 1.674, Lazio 1.282, Campania 1.132.

 

 

Tasso positività sale al 6,3%, 260.704 i test

 

Sono 260.704 i test per il coronavirus (molecolari e antigenici) effettuati in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 273.506. Il tasso di positività è al 6,3%, in aumento rispetto al 5,9% di ieri (+0,4%).

 

Vaccino, in Norvegia 23 morti tra persone anziane. Pfizer: «Dati non allarmanti»

Il Covid causa anche lesioni alla bocca, i risultati di una ricerca italo-spagnola

 

 

I dati

 

Lombardia2.134 nuovi positivi e 78 morti, tasso positività al 6%

 

Con 35.317 tamponi effettuati (di cui 26.717 molecolari e 8.601 antigenici), sono 2.134 i nuovi positivi in Lombardia, con il tasso di positività al 6%, in calo rispetto all'8.3% di ieri calcolato senza il dato dei test antigenici. Sono in calo i ricoveri nelle terapie intensive (-12, 454 in totale), aumentano invece negli altri reparti (+63, 3.664 in totale). I decessi sono 78 per un totale complessivo di 26.172 morti in regione dall'inizio della pandemia. I guariti/dimessi sono 1.212. Per quanto riguarda le province, sono 729 i nuovi casi nella Città metropolitana di Milano, di cui 365 a Milano città, 320 a Brescia, 179 a Varese, 171 a Mantova, 165 a Como, 143 a Pavia, 103 a Monza e Brianza.

 

Puglia, 15 decessi e 1.123 nuovi casi

 

Su 10.600 test per l'infezione da Covid-19 eseguiti in Puglia sono stati registrati oggi 1123 casi positivi con un tasso di positività del 10,6%, in calo rispetto al 13,6 di ieri. I casi di infezione si registrano: 406 in provincia di Bari, 76 in provincia di Brindisi, 100 nella provincia BAT, 217 in provincia di Foggia, 79 in provincia di Lecce, 239 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione, 5 casi di residenza non nota. Sono stati registrati 15 decessi: 3 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 3 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.174.161 test. 49.692 sono i pazienti guariti. 56.003 sono i casi attualmente positivi.

 

Friuli Venezia Giulia, 870 positivi e 35 morti

 

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 7.157 tamponi molecolari sono stati rilevati 663 nuovi contagi ai quali si aggiungono 8 casi già risultati positivi al tampone antigenico nei giorni scorsi e confermati da test molecolare, con una percentuale di positività del 9,38%. Sono inoltre 2.024 i test rapidi antigenici realizzati dai quali sono stati rilevati 199 nuovi casi (9,83%). I decessi registrati sono 32, ai quali si aggiungono 3 morti pregresse afferenti al periodo tra il 14 dicembre 2020 e il 10 gennaio 2021. Lo comunica il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I ricoveri nelle terapie intensive calano a 66 (ieri erano 68) e quelli in altri reparti scendono a 682 (ieri 688). I decessi complessivamente ammontano a 2.070, con la seguente suddivisione territoriale: 503 a Trieste, 964 a Udine, 460 a Pordenone e 143 a Gorizia. I totalmente guariti aumentano a 44.045, i clinicamente guariti salgono a 1.283, mentre le persone in isolamento sono 12.235. In considerazione della circolare del Ministero della Salute che riconosce la validità dei tamponi antigenici rapidi di ultima generazione nella definizione dei casi di Covid-19, dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive 60.381 persone con la seguente suddivisione territoriale: 12.402 a Trieste, 26.530 a Udine, 13.262 a Pordenone, 7.427 a Gorizia e 760 da fuori regione.

 

Lazio, 1.282 nuovi casi (628 a Roma) e 36 morti

 

Covid, nel Lazio oggi 1.282 nuovi casi (628 a Roma) e 36 morti. Aumentano i ricoveri, mentre sono in calo le terapie intensive. «Oggi su oltre 12 mila tamponi nel Lazio (+498) e oltre 17 mila antigenici per un totale di quasi 30 mila test, si registrano 1.282 casi positivi (-112), 36 i decessi e +1.625 i guariti - dice l'assessore alla Salute Alessio D'Amato -. Diminuiscono i casi e le terapie intensive e sono stabili i decessi, mentre aumentano i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4%. I casi a Roma città sono a quota 600».

 

#Coronavirus: il bollettino della Regione Lazio del #16gennaio. #SaluteLazio

Pubblicato da Salute Lazio su Sabato 16 gennaio 2021

 

Sardegna, 368 nuovi casi e 10 vittime in 24 ore

 

Riprende a salire la curva dei contagi in Sardegna: nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 368 nuovi casi (complessivamente il numero sale a 35.572). Si registrano anche 10 decessi (898 in tutto). In totale sono stati eseguiti 524.445 tamponi con un incremento di 3.282 test. Sono, invece, 500 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-10 rispetto al dato di ieri), mentre sono 49 (-1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 17.126. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 16.592 (+131) pazienti guariti, più altri 407 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 35.572 casi positivi complessivamente accertati, 8.143 (+122) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 5.889 (+47) nel Sud Sardegna, 2.849 (+11) a Oristano, 7.163 (+11) a Nuoro, 11.528 (+177) a Sassari.

 

Emilia Romagna, 1.674 nuovi casi e 48 decessi

 

Sono 1.674 - su un totale di 20.812 tamponi effettuati - i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Emilia-Romagna: con i numeri odierni il dato complessivo, dall'inizio dell'epidemia, supera quota 200.000, attestandosi a 200.552. Dei nuovi contagiati, spiega la Regione nel consueto bollettino, 746 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening. Guardando alla situazione nelle province, quella di Bologna è in testa con 368 nuovi casi, seguita da Modena (296), Rimini (178) Ferrara (155), Reggio Emilia (155), Piacenza (119), Cesena (100), Ravenna (92), Forlì (87), Parma (66) e il circondario Imolese (58). Le persone complessivamente guarite, sono 1.856 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 136.567 mentre i casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 55.280 (-230 in meno rispetto a ieri): di questi, quelli in isolamento a casa, sono 52.541 (-227), il 95% del totale. Nelle ultime 24 ore si registrano 48 nuovi decessi, compresi tra i 71 anni di un uomo nel Piacentino e i 97 anni di una donna nel Modenese. Dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 8.705. Invariato, rispetto a ieri, il numero dei ricoverati in terapia intensiva, pari a 231 mentre calano di 3 unità, a quota 2.508 i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid (-3). Sul fronte della vaccinazioni, infine, alle 16 sono risultate vaccinate, complessivamente, 113.064 persone con 3.785 somministrazioni avvenute oggi a quell'ora.

 

Marche, 676 ricoverati

 

Cresce ancora il numero di ricoverati per Covid-19 nelle Marche: nell'ultima giornata sono passati da 669 a 676 (+7). In aumento, fa sapere il Servizio Sanità della Regione, sia i degenti in Terapia intensiva (85, +3) si quelli in Semintensiva (163, +8) mentre calano i pazienti assistiti in reparti non intensivi (428, -4). Nelle ultime 24ore 29 dimessi. Intanto risultano in crescita anche gli ospiti di strutture territoriali (239, +11) e le persone assistite nei pronto soccorso (37, +3). In calo i positivi in isolamento domiciliare (10.418, -544) mentre sale il numero di isolati in casa per contatto con contagiati (15.482, +169; 4.707 con sintomi e 712 operatori sanitari).

 

Campania, 1.132 contagi e 23 vittime, rapporto positivi-tamponi al 7,74%

 

I nuovi contagi censiti sono 1.132 (di cui 94 sintomatici) su 14.611 tamponi, di cui 11 antigenici. Il bollettino dell'Unità di crisi segnala 23 vittime, di cui 9 decedute nelle ultime 48 ore e 14 risalenti ai giorni precedenti; 1.488 i guariti. In risalita il numero dei posti letto occupati, 97 in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri) e 1.432 quelli di degenza (+31).

 

Liguria, 321 nuovi contagi in 24 ore e 20 morti

 

Sono 321 i nuovi casi di Covid registrati in Liguria a fronte di 3.978 tamponi molecolari e 2.106 test antigenici processati. È Savona a far registrare il maggior numero di casi (107) seguita dalla Asl genovese (76). Lo si apprende dal bollettino fornito da Regione Liguria in base ai dati flusso Alisa-Ministero. Calano gli ospedalizzati, sono 11 in meno rispetto a ieri. In tutto quindi negli ospedali liguri ci sono 716 pazienti, 63 in terapia intensiva. I decessi sono 20, si tratta di pazienti di età compresa tra i 63 e i 96 anni. I soggetti in sorveglianza attiva sono 4.323 mentre i pazienti in isolamento domiciliare sono 4.138, 169 in meno rispetto a ieri. Per quanto riguarda la campagna vaccinale sulle 47.120 dosi consegnate ne sono state somministrate 32.505 (69%).

 

Calabria, 295 nuovi casi e due decessi

 

In calo in contagi in Calabria. Sono 295 i positivi riscontrati nelle ultime 24 ore a fronte dei 405 di ieri. Due i decessi che portano il totale delle vittime a 532 dall'inizio della pandemia. Aumentano di sei unità i ricoveri in area medica (291) mentre rimane stabile il dato delle terapie intensive (27). Gli isolati a domicilio sono 174 in più (9.672) con 9.990 casi attivi e 18.732 casi chiusi. In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 456.760 soggetti per un totale di 478.918 tamponi eseguiti. Nel totale sono compresi 60 tamponi processati con test antigenico rapido. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 28.722 e quelle negative 427.978. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute. I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 56, Catanzaro 58, Crotone 14, Vibo Valentia 7, Reggio Calabria 160. Territorialmente, dall'inizio dell'epidemia, i positivi sono così distribuiti: Cosenza: Casi attivi 4.051 (66 in reparto AO di Cosenza; 12 in reparto al presidio di Rossano;7 al presidio ospedaliero di Acri; 16 al presidio ospedaliero di Cetraro; 8 all'Ospedale da Campo; 10 in terapia intensiva, 3.932 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 4.245 (4017 guariti, 228 deceduti); Catanzaro: Casi attivi 1.859 (30 in reparto all'AO di Catanzaro; 3 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 24 in reparto all'AOU Mater Domini; 8 in terapia intensiva; 1.794 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 2.361 (2.280 guariti, 81 deceduti); Crotone: Casi attivi 425 (22 in reparto; 403 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 2.055 (2.016 guariti, 39 deceduti); Vibo Valentia: Casi attivi 1.095 (17 ricoverati, 1.078 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 1.377 (1.345 guariti, 32 deceduti); Reggio Calabria: Casi attivi 2.467 (82 in reparto all'AO di Reggio Calabria; 4 in reparto al P.O di Gioia Tauro; 9 in terapia intensiva; 2.372 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 8.428 (8.276 guariti, 152 deceduti). Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 140.

 

Piemonte, 1.056 positivi e 62 morti in 24 ore

 

Sono 1056 i nuovi casi di contagio al Covid riportati nel bollettino di oggi dell'Unità di crisi della Regione Piemonte. Il rapporto con i 24.375 tamponi totali (compresi i 15.040 antigenici) è del 4,3%; la quota di asintomatici è pari al 40%. I morti sono 62 (di cui 2 registrati oggi), il totale dei decessi da inizio pandemia è di 8381. I ricoverati in terapia intensiva sono 162 (-1 rispetto a ieri), negli altri reparti 2.464 (-58 rispetto). Le persone in isolamento domiciliare sono 12.471, i guariti +686.

 

Abruzzo, 196 nuovi casi e 6 vittime

 

Sono 196 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 3.605 tamponi molecolari: è risultato positivo il 5,44% dei campioni, percentuale in calo rispetto alla media dei giorni scorsi. Si registrano sei decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.317. Aumentano gli attualmente positivi, ma i ricoveri restano invariati. Dei nuovi positivi, il più giovane ha un anno e il più anziano 96. A livello territoriale l'incremento più consistente si registra nel Chietino (+81), seguito dal Teramano (+49), dal Pescarese (+40) e dall'Aquilano (+20). A questi dati si aggiungono sei persone residenti fuori regioni o la cui provenienza è in corso di accertamento. Gli attualmente positivi sono 39 in più e salgono a quota 11.286. Gli ospedalizzati restano invariati a 484: 443 pazienti (invariato) sono ricoverati in area medica e 41 (invariato) sono in terapia intensiva. Al momento sono occupati il 21,7% dei 189 posti letto di terapia intensiva disponibili e il 29,7% dei 1.491 di area medica, a fronte di soglie di allarme rispettivamente del 30 e del 40%. Gli altri positivi, 10.802 persone (+39), sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 151 in più, per un totale di 26.427 persone.

 

 

 

 

Video

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio, 07:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA