Covid Italia, bollettino oggi 2 gennaio: 11.831 contagi (1.402 in Lombardia) e 264 morti. Tasso positività al 17,6%

Covid Italia, bollettino oggi 2 gennaio: 11.831 contagi (1.402 in Lombardia) e 264 morti. Tasso positività al 17,6%
6 Minuti di Lettura
Sabato 2 Gennaio 2021, 17:10 - Ultimo aggiornamento: 22:50

Bollettino Covid, situazione in Italia in base al bollettino di oggi 2 gennaio 2021. Sono 11.831 i nuovi casi di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore. Le vittime sono invece 364. Lo rende noto il nuovo bollettino del ministero della Salute. Prosegue costante l'aumento del tasso di positività al Covid in Italia, che si attesta al 17,6% rispetto al 14,1% di ieri. Sono stati 67.174 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dal nuovo bollettino del ministero della Salute. Tornano ad aumentare i pazienti ricoverati in terapia intensiva per coronavirus in Italia: sono 16 in più rispetto a ieri, con 134 nuovi ingressi registrati oggi. Lo rende noto il nuovo bollettino del ministero della Salute. I malati attualmente ricoverati in terapia intensiva sono 2.569, contro i 2.553 di ieri. Nei reparti ci sono invece 22.948 persone, 126 in più di ieri. Aumentano, ma meno rispetto alle ventiquattro ore precedenti, i guariti o dimessi, 9.166, per un totale da inizio pandemia di 1.489.154. Le vittime arrivano invece a quota 74.985.

Sci, ok alla riapertura il 18 gennaio, ordinanza di Speranza. Regioni. «Riaprire le palestre il 15»

I nuovi casi positivi di Coronavirus in Lombardia sono 1.402, di cui 71 «debolmente positivi». A mostrare i dati è la Regione Lombardia nel quotidiano bollettino sulla diffusione del Covid-19 sul territorio. I ricoverati in terapia intensiva sono 4 in più rispetto a ieri, per un totale di 491. Scendono i pazienti ricoverati non in terapia intensiva (-59) rispetto a 24 ore fa, che portano il totale a 3.293. I decessi sono 78 in più rispetto a ieri, i guariti/dimessi sono 626 in più. I tamponi effettuati sono 11.758.

I dati di oggi, sabato 2 gennaio 2020 ----> Scarica il Pdf

Festa di Capodanno illegale sul Garda, chiuso l'hotel di lusso. Il proprietario: «Chiediamo rispetto»

Veneto, 3.156 casi e 46 morti

Rallenta l'aumento di casi giornalieri di Covid-19 in Veneto ma si mantiene oltre i 3.000 contagi quotidiani, ritmo che prosegue dalla metà di novembre. Il Bollettino regionale segnala 3.165 nuovi positivi al Coronavirus, con il totale a 261.845, e 46 decessi, 6.675 dall'inizio della pandemia. Stazionaria la situazione dei reparti ospedalieri, con 2.992 ricoervati nelle aree non critiche, 7 in più riapetto a ieri; scende di un posto l'occupazione delle terapie intensive, con 400 pazienti.

Sci, via libera per la riapertura il 18 gennaio: Speranza ha firmato l'ordinanza

Emilia Romagna, 2035 casi

Ancora alto il numero dei nuovi contagi di coronavirus in Emilia-Romagna: sono 2.035 nelle ultime 24 ore, sulla base di quasi 5.300 tamponi, con un tasso di positività del 38,5%. Un dato che va letto tenendo conto che nei giorni festivi si fanno molti meno tamponi rispetto agli altri giorni e i test sono relativi per lo più a casi di persone con sintomi per le quali l'esito positivo è spesso atteso. La Regione nel bollettino quotidiano precisa quindi che non si può prendere il dato come «relativo a una tendenza generale: si tratta di un campione ristretto, molto specifico e legato soprattutto a casi nei quali fare il tampone è strettamente indispensabile». Nelle ultime 24 ore sono morte 38 persone in regione, tra cui un uomo di 54 anni a Ravenna. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 229 (due in meno rispetto a ieri) e 2.649 quelli negli altri reparti Covid (sei in più). L'età media dei nuovi positivi di oggi è 46 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 519 nuovi casi, poi Modena (331), Reggio Emilia (276), Ravenna (228), Ferrara (147), Parma (93), Piacenza (85), Rimini (59). Quindi i territori di Cesena (127), Imola (97), Forlì (73). Le persone guarite sono 272 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 109.818. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 58.506 (+1.725 rispetto a ieri).

Toscana, 489 casi  

«In Toscana i nuovi casi positivi al Covid-19 sono 498 su 5.083 tamponi molecolari e 568 test rapidi effettuati». Lo ha annunciato sul proprio profilo Facebook il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

Covid, la Pallacanestro Varese è un focolaio: 12 positivi. Rinviata la gara con Trieste

Lazio, 1.275 casi

Oggi su quasi 10 mila tamponi nel Lazio (-4.794) si registrano 1.275 casi positivi (-638), 24 decessi (+1) e 1.164 guariti. Diminuiscono i casi mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 13 per cento. I casi a Roma città scendono a quota 700. «I casi di oggi sono 152 in più se confrontati con i casi dello scorso sabato». Lo afferma l'assessore alla Sanità e l'integrazione sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D'Amato al termine dell'odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù. «È stata superata ampiamente la quota delle 10 mila vaccinazioni effettuate ovvero oltre il 20 per cento di quelle a disposizione. Per numero di dosi somministrate siamo la prima Regione italiana. Molto bene le province con Frosinone in testa (1.825), la Asl Roma 6 (1.583) e la Asl Roma 5 (1.361). Bene anche la Asl Roma 2 (1.030), il San Giovanni (890), il Policlinico Gemelli (764), l'ospedale pediatrico Bambino Gesù (728), la Asl Roma 4 (728), il Policlinico Umberto I (711) e la Asl di Viterbo (657)», aggiunge D'Amato.

Vaccino anti Covid a 46.030 italiani (3.338 agli anziani delle Rsa). Lazio regione più virtuosa

I dati in Abruzzo

Per il terzo giorno consecutivo il tasso di positività in Abruzzo supera il 10%, valore considerato soglia di allarme. Nonostante i pochi tamponi eseguiti nelle ultime ore - 217, numero più basso degli ultimi tre mesi - sono emersi 23 nuovi casi, con un rapporto tra positivi e test pari al 10,6%. Ben undici i decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.229. In aumento i ricoveri, che passano dai 473 di ieri ai 480 di oggi. Dei nuovi positivi il più giovane ha sei mesi e il più anziano 91 anni. A livello territoriale, l'incremento più consistente si registra nell'Aquilano (+19), seguito dal Pescarese (+4) e dal Chietino (+2): nei totali provinciali sono compresi due casi dei giorni scorsi con residenza in corso di accertamento e nel frattempo attribuiti alla provincia di appartenenza. Nessun nuovo caso nel Teramano. Gli attualmente positivi sono 122 in meno e scendono a quota 11.251: 443 pazienti sono ricoverati in ospedale in area medica (+8) e 37 sono ricoverati in terapia intensiva (-1). Gli altri 10.771 (-129) sono in isolamento domiciliare. I guariti delle ultime ore sono 134 (totale 23.266).

Alto Adige, 86 casi e 4 morti

Sono 4 (746 in totale) i decessi per Covid nelle ultime 24 ore in Alto Adige. I laboratori dell'Azienda sanitaria hanno effettuato 723 tamponi molecolari e registrato 86 nuovi casi positivi. Inoltre 70 persone sono risultate positive ai 543 test antigenici effettuati. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 176, mentre sono 149 quelli ricoverati nelle strutture private convenzionate e 20 in isolamento a Colle Isarco. Sono 24 i pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Cartelle esattoriali, Castelli: «Bonus e rinvii per i debiti 2020». E spunta la rottamazione quater

Campania, 392 contagi

Forte crescita della curva dei contagi in Campania: il rapporto positivi-tamponi nelle ultime 24 ore si attesta al 12,21% contro l'8,47% precedente. I positivi del giorno sono 392 (48 sintomatici) su 3.209 test. I deceduti sono 29 (di cui 6 nelle ultime 48 ore) mentre i guariti sono 676. Si allenta leggermente la pressione sulle terapie intensive (99 i posti occupati su una disponibilità di 656). Il bollettino dell'Unità di crisi segnala che sono 1.355 i posti letto di degenza ordinaria occpati su una disponibilità di 3.160.

© RIPRODUZIONE RISERVATA