Covid Italia, bollettino oggi 27 agosto 2021: 7.826 nuovi casi e 45 morti, tasso di positività al 2,95%

Covid Italia, bollettino oggi 27 agosto 2021
6 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Agosto 2021, 16:07 - Ultimo aggiornamento: 17:37

Covid Italia, il bollettino di oggi 27 agosto 2021. Sono 7.826 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 7.221. Sono invece 45 le vittime in un giorno, rispetto alle 43 di ieriSono 265.480 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri erano stati 220.872. Il tasso di positività è del 2,95%, in calo rispetto al 3,27% di ieri. Sono 511 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, otto in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 42. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.114, 55 in più rispetto a ieri.

SCARICA IL BOLLETTINO IN PDF

Dall'inizio della pandemia i casi sono 4.517.434, i morti 129.002. I dimessi e i guariti sono invece 4.250.314, con un incremento di 6.717 rispetto a ieri, mentre gli attuali positivi salgono a 138.118 con un incremento di 1.061 casi nelle ultime 24 ore.

I dati delle Regioni

Campania

Lievissima flessione del tasso di incidenza Covid in Campania, dove si registrano 576 nuovi positivi su 14.304 test: un rapporto del 4,02% rispetto al 4,29 di ieri. Il bollettino odierno dell'Unità di crisi segnala anche cinque nuove vittime (una nelle ultime 48 ore, quattro risalenti ai giorni precedenti). Resta invariato il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva (21) mentre quello delle degenze scende a 350 (-11).

Lazio

Nel Lazio su oltre 3.956 tamponi e oltre 24.299 antigenici per un totale di oltre 28.255 test, si registrano 547 nuovi casi positivi al Covid (-35), sono 114 casi in meno rispetto a venerdì 20 agosto, 2 decessi (-3), i ricoverati sono 488 (-20), le terapie intensive sono 70 (+3), i guariti sono 625. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,9%. I casi a Roma città sono a quota 210. Stabile la pressione ospedaliera, il Lazio presenta un rischio basso.

Lombardia

Sono 601 i nuovi casi di Covid-19 in Lombardia, a fronte di 35.889 tamponi effettuati, di cui è risultato positivo l'1,6%. Nelle ultime 24 ore sono morte 3 persone, per un totale di 33.901 decessi nella regione da inizio pandemia. In terapia intensiva ci sono 44 pazienti, 2 più di ieri; mentre calano i ricoverati nei reparti Covid ordinari: sono oggi 333, 6 meno di ieri.

 

Veneto

Prosegue la crescita dei nuovi casi di Covid-19 in Veneto, con 694 positivi registrati nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 452.524, e due decesso, con il totale a 11.676. Stabile invece è la situazione clinica, con 7 nuovi ricoveri in area non critica (totale 223) e un nuovo paziente in terapia intensive (47 posti occupati).

Emilia Romagna

Lieve balzo dei contagi di coronavirus in Emilia-Romagna: ci sono 732 nuovi casi su oltre 26mila tamponi delle ultime 24 ore, età media 35 anni. Tra i territori Bologna in testa (145 casi più 16 di Imola), seguita da Modena (141) e Parma (83). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 51 (due in meno rispetto a ieri), 420 quelli negli altri reparti Covid (15 in più). Si registrano altri sette morti con Covid-19, fra i quali anche un 58enne a Parma (residente di fuori regine) e un 61enne del Riminese. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 15.463 (+442 rispetto a ieri), di cui il 97% in isolamento a casa perché con sintomi lievi. 

Toscana

Altri quattro morti per Covid (due a Firenze, uno a Pistoia e Lucca) e altri 752 nuovi positivi (età media 38 anni) nelle ultime 24 ore in Toscana. Aumentano i ricoverati nei posti letto Covid (447 pazienti, più sette pazienti, +1,6%) e nelle terapie intensive (+3 pazienti il saldo, ora sono 46 pari al +7%). Il totale dei morti per Coronavirus sale a 6.999 mentre coi nuovi casi il totale dei positivi sale a 269.405 (+0,3% sul giorno precedente). I guariti sono stati 914 nelle 24 ore (tutti per il tampone negativo) e crescono dello 0,4% raggiungendo quota 250.820 totali. Gli attualmente positivi sono oggi 11.586 (-1,4% su ieri). Oltre ai 447 ricoverati, tra loro ci sono 11.139 persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (-173 unità su ieri, -1,5%). Ci sono poi 11.806 persone (+186 su ieri, +1,6%), anch'esse isolate, in sorveglianza attiva delle Asl perché hanno avuto contatti con contagiati.

Sardegna

In Sardegna si registrano oggi 343 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 2946 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 6244 test. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 24 (-1 rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 233 (+5 rispetto a ieri). Sono 7866 i casi di isolamento domiciliare (+104 rispetto a ieri). Si registrano 3 decessi: 2 uomini di 50 e 83 anni e una donna di 74, tutti residenti nella Città Metropolitana di Cagliari. A fornire i dati è l'Ufficio stampa della Regione.

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.453 tamponi molecolari sono stati rilevati 190 nuovi contagi (tra cui 2 migranti/richiedenti asilo a Trieste) con una percentuale di positività del 2,94%. Sono inoltre 3.024 i test rapidi antigenici eseguiti dai quali sono stati rilevati 14 casi (0,46%). Una donna di 98 anni, ricoverata all'Ospedale di Udine che non aveva completato il ciclo vaccinale (prima dose somministrata a inizio luglio), è morta, mentre sono 11 le persone ricoverate in terapia intensiva e 40 gli ospedalizzati in altri reparti. Lo comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, evidenziando che rispetto a ieri negli ospedali regionali sono stati effettuati 13 ricoveri (6 a Udine, 5 a Trieste e 2 Pordenone) di persone con oltre 60 anni, 12 delle quali non vaccinate.

Marche

Ancora oltre 200 il numero di positivi al coronavirus in24ore nelle Marche: nell'ultima giornata registrati 222 casi con un tasso di incidenza cumulativo su 100mila abitanti di 81,52. Intanto tornano ad aumentare i ricoveri: ora sono 81 (+4) mentre non ci sono stati altri deceduti correlati alla pandemia e il totale regionale resta 3.046. Lo fa sapere il Servizio Sanità della Regione Marche. I ricoveri sono risultati in crescita in terapia semintensiva (16; +3) e nei reparti non intensivi (53; +1) mentre sono stabili in terapia intensiva (12). Due le persone dimesse in 24ore. Gli ospiti di strutture territoriali sono 29 mentre in osservazione nei pronto soccorso sono in dieci. Ancora in aumento i positivi in isolamento domiciliare (3.295 (+22) e i totale di positivi (isolati più ricoverati, 3.377; +26); le quarantene per contatto con positivi sono attualmente 4.383. I guariti/dimessi salgono a 103.545 (+196). Quanto ai contagi in provincia di Macerata il numero più alto nella giornata (67); seguono le province di Pesaro Urbino (61), Ascoli Piceno (30), Ancona (26), Fermo (22) mentre i positivi provenienti da fuori regione sono 16. Le persone con sintomi sono 31; tra i casi contatti stretti di positivi (61), domestici (65), tre in setting lavorativo e due in ambiente di vita o socialità. Su altri 58 casi in corso approfondimenti. I tamponi eseguiti nell'ultima giornata sono 2.424 tra quelli del percorso diagnostico di screening (1.311) e guariti (1.113), a cui si aggiungono 440 test antigenici (25 positivi riscontrati). La percentuale di positivi tra i tamponi del percorso screening è del 16,9%.

Basilicata

Sessantacinque dei 1.210 tamponi analizzati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi: il dato è contenuto nel bollettino della task force regionale sull'andamento dell'epidemia, che riporta anche il numero di 70 nuovi guariti. Le persone ricoverate negli ospedali di Potenza e di Matera sono 42, ma nessuna è in terapia intensiva: quelle in isolamento domiciliare sono 1.287. Ieri sono state eseguite 2.553 vaccinazioni: i lucani che hanno avuto la prima dose sono 394.590 (71,3 per cento), mentre quelli che hanno ricevuto anche la seconda sono 313.939 (56,7 per cento).

© RIPRODUZIONE RISERVATA