Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

1° ottobre 1567 Viene ucciso a Roma l'umanista e politico Pietro Carnesecchi

1° ottobre 1567 Viene ucciso a Roma l'umanista e politico Pietro Carnesecchi
di Enrico Gregori
1 Minuto di Lettura
Lunedì 1 Ottobre 2018, 00:05
Viene ucciso a Roma l'umanista e politico Pietro Carnesecchi. Soggiornando a Firenze sotto la protezione di Cosimo I de' Medici si riteneva completamente al sicuro dall'inquisizione, ma Cosimo I, messo con le spalle al muro dal papa Pio V, fu costretto a consegnarlo a tradimento (si disse persino che il Carnesecchi al momento dell'arresto stesse cenando col duca stesso) nelle mani dell'inquisizione, pur tentando poi di aiutarlo nel successivo processo. Torturato più volte, non coinvolse gli amici e morì con grandissima dignità il 1º ottobre 1567.
Del Carnesecchi, esistono due ritratti: uno eseguito dal noto pittore Sebastiano del Piombo nel 1530 (o 1532), attualmente esposto alla Pinacoteca di Parma e uno del Puligo (Domenico Ubaldini) alla Galleria degli Uffizi a Firenze.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA