Giù la mascher(in)a, al Teatro degli Audaci si torna in scena dopo il Covid

Martufello e Alessia Fabiani alla presentazione della stagione 2020/2021 del Teatro degli Audaci, diretta da Flavio De Paola
di Roberta Savona
4 Minuti di Lettura
Domenica 13 Settembre 2020, 13:51 - Ultimo aggiornamento: 13:52

Occhi carichi di speranza, saluti incerti tra un gomito che va e una mano che resta indietro, sorrisi timidi e pronti ad esplodere nel ritrovarsi dopo mesi d'innanzi a un botteghino. Va giù la maschera (anzi, mascherina) al Teatro degli Audaci, dove dal prossimo venerdì 2 ottobre 2020 si torna miracolosamente in scena sul palco diretto da Flavio De Paola. Nell'estate contingentata che volge al termine, la direzione ha lavorato sodo per mettere in piedi la nuova stagione, l'ottava per il teatro a Porta di Roma, che inaugura il suo goliardico cartellone con Barbara De Rossi. L'attrice, che invia i suoi video auguri per la nuova avventura, sarà protagonista di "Un grande grido d'amore" di Josiane Balasko, interpretato insieme a Isabella Giannone, Simone Lambertini e Francesco Branchetti, quest'ultimo impegnato anche in regia. «Senza il teatro non c'è rinascita», afferma De Paola, felice di accogliere coloro i quali saranno protagonisti di una stagione che, per ovvie cause pandemiche, è già storia.

La palpabile emozione, è il filo rosso che guida la presentazione ufficiale del programma 2020/2021 che, dall'8 all'11 ottobre, vedrà il ritorno nella sala di Alessia Fabiani, che mostra una splendida forma dopo un'estate a base di sole e attività fisica. L'attrice, per la prima volta alle prese con un testo diverso dalle sue ultime apparizioni teatrali, sarà protagonista insieme a Claudio Zarlocchi dello spettacolo "Una stanza al buio", diretta da Francesco Branchetti alla scoperta di un autore come Giuseppe Manfridi, tra gli italiani più apprezzati e rappresentati. 
«Non vi preoccupate, il Covid ha beccato De Laurentis, Briatore e Berlusconi. Solo gente con un certo reddito. Mi pare evidente che qui siamo tutti al sicuro», dichiara Martufello più carico che mai, strappando applausi alla platea con l'ironia che da sempre lo contraddistingue. Il mattatore si presenta per la nuova stagione con il suo ultimo lavoro dal titolo "Bagaglio a mano", scritto insieme al maestro PierFrancesco Pingitore.

Tanti i volti noti in cartellone, come il ritorno di Eva Grimaldi in coppia con Giuliano Capuano. Insieme a loro arrivano anche Mario Zamma, Franco Oppini, Antonello Costa, Gegia, Gigi Miseferi, Lucio Caizzi, Miriam Mesturino, Marco Belocchi, Vito Cesaro e Danny Mendez, Giorgia Trasselli con Simone Marzola, Gianni Quinto, Federica Calderoni, Gennaro Cannavacciuolo, Serena Renzi, Gianluca delle Fontane, Ilario Crudetti, Giorgia Masseroni e Nicoletta Della Corte.
Con la commedia, torna anche il teatro ragazzi, caposaldo del quartiere e punto fermo per tante famiglie e per moltissimi bambini della zona che, durante il lockdown, hanno patito la mancanza di un appuntamento altamente formativo come quello del teatro, fruito ma anche praticato, grazie ai tanti laboratori messi a disposizione dalla sala a Porta di Roma. Nell'arco della stagione ci sarà spazio anche per le due produzioni del Teatro degli Audaci, gli spettacoli "Novecento", di A.Baricco e "Aspettando Godot", di S.Beckett, entrambi rivisitati e diretti da Flavio De Paola.
L'appuntamento con gli spettacoli di Via Giuseppe De Santis, economicamente alla portata di tutte le tasche, prende il via il prossimo 2 ottobre quando, allo schiudersi del sipario, si aprirà un nuovo capitolo tutto da scrivere (e da vivere), quello del teatro ai tempi del Covid-19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA