San Valentino, come sfuggire alla tradizione della “festa dei fidanzati”

Venerdì 14 Febbraio 2020 di Veronica Cursi
Come sfuggire alla tradizione della “festa dei fidanzati”

«Amore hai scelto il ristorante? A Sara l’anno scorso il fidanzato le ha organizzato una caccia al tesoro per tutto il centro. Livia invece aveva una sala tutta riservata per loro». 
Scene di ordinaria follia tra fidanzati il giorno di San Valentino. Lei vi assilla perché quel giorno vuole fare qualcosa di speciale ma originale. E lui si presenta con il solito profumo (che non è neanche quello che usi). 
La notte più romantica dell’anno è arrivata con il suo carico di cuori, fiori, cene a lume di candela. E l’incubo per ogni innamorato è sempre lo stesso: «Oggi che mi invento?». 
Una serenata sotto casa? Troppo complicato. Due ore in una spa? Troppo costoso. Una cenetta a casa? Ma se non so neanche cucinare. Che poi chi l’ha detto che San Valentino debba essere dedicato solo alla coppia? Pensate all’amore per i figli, la famiglia, gli amici. E perché l’amore per noi stessi? La San Valentino mania invade i social. 
E tu non vedi l’ora che arrivi mezzanotte per tornare a chiuderti in casa a guardare qualche serie di Netflix con la tua dolce metà. Che non sarà niente di eccezionale, ma è amore pure quello. 

Ultimo aggiornamento: 01:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA