Roma, un pitbull rinchiuso in cantina salvato dai vicini: ora cerca un'adozione

Roma, un pitbull rinchiuso in cantina salvato dai vicini: ora cerca un'adozione
di Marco Pasqua
2 Minuti di Lettura

Lo hanno trovato in una cantina, al buio, isolato da tutto e tutti. Sono stati i residenti a segnalarne la presenza: il cane, infatti, si lamentava, abbaiava e in molti avevano capito che dietro a quei suoni poteva esserci una storia di maltrattamenti. E, infatti, quando i vigili del Gruppo VI Torri non nuovi a questo genere di interventi, in un mondo dove la crudeltà dell'uomo nei confronti degli animali sembra non conoscere limiti sono entrati in quel posto, all'interno di uno stabile a Tor Bella Monaca, quasi non riuscivano a credere ai loro occhi. Intanto perché quel cane, che pure avrebbe avuto validi motivi per essere diffidente nei loro confronti, si è lasciato subito accarezzare. E poi per le condizioni di estremo degrado.

Successive indagini hanno permesso di accertare che quell'incrocio tra pitbull e boxer aveva cambiato padrone, solo formalmente. Il punto è che, da giorni, nessuno se ne stava più prendendo cura. Così i vigili, hanno preso l'animale e lo hanno portato al canile della Muratella. La speranza, ora, è che qualcuno voglia aprirgli le porte della sua casa. Per un'adozione si può fare riferimento a Emanuela Bignami, presidente della sezione Ostia della Lega Nazionale per la Difesa del Cane (emanuela.bignami@legadelcane.org).

marco.pasqua@ilmessaggero.it

Martedì 11 Maggio 2021, 16:57 - Ultimo aggiornamento: 17:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA