Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaccino Lazio, via alle prenotazioni per le classi 1944 e ‘45: si parte domani, ecco il calendario

Vaccino Lazio, via alle prenotazioni per gli over 70: si parte il 10 marzo, ecco il calendario
4 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Marzo 2021, 15:08 - Ultimo aggiornamento: 9 Marzo, 19:28

Via alle vaccinazioni per gli over 70 nel Lazio. A dare l'annuncio, l'assessore regionale alla Salute Alessio D'Amato. Il contagio corre e non si può perdere tempo. Le dosi a disposizione sono ancora poche ma in attesa che dal secondo trimestre dell'anno le nuove consegne consentano la promessa accelerazione, il nuovo impulso alla campagna vaccinale arriva grazie al via libera del ministero della Salute al vaccino AstraZeneca anche per gli over 65.

«Questa notizia ci conforta perché ci consente di procedere per classi d'età chiamando gli over 70, oltre gli over 80 a cui abbiamo già fatto 170.000 somministrazioni», ha annunciato a Sky TG24 D'Amato. «Da questa notte - ha detto - apriremo le prenotazioni anche per gli over 70. La circolare del ministero fa chiarezza anche sull'efficacia del vaccino AstraZeneca, e riconcilia anche con le indicazioni di Ema che, ricordo, ha sempre detto che si trattava di un vaccino utilizzabile dai 18 anni in su. Da oggi l'Italia si riallinea alle indicazioni di Ema».

Il calendario delle vaccinazioni

Allo stato attuale, sul portale della Regione Lazio, il vaccino è prenotabile solo per anziani di età pari o superiore a 78 anni, oltre che da soggetti «estremamente vulnerabili». La svolta arriverà nei prossimi giorni: «Dalle ore 00.00 del 10 marzo (mercoledì) sarà possibile prenotare per i 77-76 anni, ovvero i nati negli anni 1944 e 1945. Mentre dalle ore 00.00 del 12 marzo (venerdì) sarà possibile prenotare per gli anni 75-74, ovvero i nati 1946 e 1947, e dalle ore 00.00 del 15 marzo (lunedì) per gli anni 73-72, ovvero i nati nel 1948 e 1949», spiega la nota.

 

 «Si tratta complessivamente di oltre 300 mila assistiti». «Per la prenotazione - si precisa - è necessario essere residenti e assistiti dal Servizio sanitario regionale e inserire il proprio codice fiscale e le cifre della tessera 'Team' così come descritto nelle istruzioni del portale online. Verrà assegnata la prima disponibilità utile presso il luogo di somministrazione prescelto».

 

Intanto proseguono le vaccinazioni anti-Covid che hanno raggiunto nel Lazio quota 560 mila. «Viaggiamo ad una media di 18/20 mila somministrazioni al giorno», ha detto D'Amato spiegando che è stata emanata una circolare sulla presa in carico dei disabili gravissimi per la vaccinazione. Per quanto riguarda la vaccinazione dai medici di medicina generale è in costante crescita, raggiunte le 30 mila dosi e sono oltre 1.500 i medici già attivi nella campagna e che hanno ritirato almeno una fiala dei vaccini presso le farmacie delle asl.

Superata la quota delle 170 mila vaccinazioni over 80 che rappresentano oltre la metà delle persone prenotate over 80. «Siamo la regione che ha vaccinato più anziani», ha aggiunto l'assessore spiegando: «Ci siamo confrontati con le task force israeliane già da diversi mesi per cercare di saturare al meglio gli slot. Soprattutto dividere per classi d'età consente di andare di corsa senza perder tempo nel fare elenchi e verificarli».

L'ultimo bollettino

Diminuiscono i nuovi casi di Covid nel Lazio rispetto a ieri. Su oltre di 18 mila test si registrano 1.175 positivi (-224) con Roma sotto quota 500. Nelle ultime 24 ore si registrano 22 decessi (+9) e +838 i guariti. Aumentano i ricoveri e le terapie intensive. «Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 6%», ha spiegato inoltre D'Amato.

Astrazeneca, dal ministero via libera per gli over 65 (ma "estremamente vulnerabili" esclusi)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA