ROMA

Roma, trecento chili di pesce sequestrati in ristoranti etnici di Monterotondo

Venerdì 25 Settembre 2020
1

Sarebbe finito sulle tavole di ignari clienti, che probabilmente ne avrebbero pagato le conseguenze in termini di salute. Trecento chili di pesce, privo di qualsiasi etichettatura, marchio Ce e tracciabilità, sono stati sequestrati dalla capitaneria di porto di Fiumicino a Monterotondo, in provincia di Roma.

Roma, veleno per topi sul pavimento, sporcizia e cibo in pessimo stato: richiusa un'associazione culturale vicino Termini

Gli alimenti erano sui banchi di diverse attività commerciali e nelle celle di alcuni ristoranti etnici. Ai responsabili sono stati elevati quattro verbali per un totale di 6mila euro. Proseguono i controlli delle forze dell'ordine per reprimere le condotte illecite nel comparto alimentare e di conseguenza tutelare la salute dei consumatori. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA