Roma, stop alle botticelle in strada: ora cavalli solo nei parchi

Roma, stop alle botticelle in strada: ora cavalli solo nei parchi
4 Minuti di Lettura
Martedì 1 Dicembre 2020, 19:57

Nuove regole in arrivo per le tradizionali "botticelle": si va verso il divieto di circolazione per le strade di Roma. Resterà tuttavia consentita la circolazione all'interno delle aree verdi della città: restano incluse in queste aree Villa Borghese, il Parco degli Acquedotti e Villa Pamphilj. Il provvedimento arriva direttamente dall'Assemblea capitolina: quest'ultima oggi ha ridimensionato la presenza di una figura caratteristica - quella del vetturino - spesso tuttavia al centro di polemiche per via della fatica imposta agli animali.

Nel 2008, ad esempio, un cavallo stramazzò al suolo e non si rialzò più. Così ha parlato la sindaca di Roma, Virginia Raggi: «I parchi romani offrono uno scenario ideale, non meno interessante dal punto di vista turistico, per la scoperta di angoli segreti e suggestivi di una delle capitali più verdi d'Europa. È un traguardo storico per una città moderna rispettosa dell'ambiente e degli animali». Le botticelle, pertanto, non scompariranno; ma i loro percorsi saranno più delimitati e le fasce orarie più ristrette.

 A luglio e ad agosto sarà vietata la loro circolazione dalle 12:00 alle 17:30: sarà inoltre obbligatorio far riposare, i cavalli, curarli e farli bere quando necessario. Inoltre, la circolazione potrà avvenire per 7 ore, con pause ogni 45 minuti. Restrizioni anche sulle razze impiegate: previsto l'impiego esclusivo di cavalli da tiro, regolarmente controllati con esami medico-veterinari. Viene inoltre introdotto l'obbligo di rilevazione della temperatura esterna sui veicoli: al di sopra dei trenta gradi, ad esempio, sarà sempre vietata la circolazione.

Quanto ai cavalli anziani, infine, è fatto divieto di abbattimento e di assegnazione ai mattatoi: i trasgressori saranno puniti con sanzioni che partono da 500 euro di multa, e arrivano fino al ritiro della licenza. E a proposito delle licenze, viene introdotta la possibilità - per i vetturini - di convertire  la loro licenza in quella da tassista. Il consigliere 5S Paolo Ferrara, a tal proposito ha specificato che «la legge non ci permette ancora di vietare la circolazione delle carrozzelle trainate da cavalli, ma confido nell'ordine del giorno che ho presentato che prevede di sostituire le attuali botticelle con quelle elettriche».

Favorevole al nuovo regolamento anche il capogruppo Pd Giulio Pelonzi, che ha chiarito che «è il primo passo. Primo, il regolamento non è immediatamente vigente: si dovrà attendere la delibera di giunta che fissa aree e percorsi. Secondo, il mancato coinvolgimento, nella stesura, delle associazioni animaliste. Infine non sono previsti adeguati incentivi per gli operatori che li aiutino nella transizione verso una nuova attività»

Soddisfazione parziale, infine, per l'Organizzazione internazionale per la protezione animali (Oipa), che ha espresso amarezza per il fatto che «Mentre il Comune di Verona ha abolito le botticelle, a Roma è mancato il coraggio». E ancora: «non è l'eliminazione promessa in campagna elettorale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA