Ventiquattro ore di pedalata a Pomezia per sconfiggere la fibrosi cistica

Domenica 31 Marzo 2019
Ventiquattro ore di pedalata a Pomezia per sconfiggere la fibrosi cistica

Ha sfidato la fatica fisica, lo stress psicologico, la paura di non farcela, di non riuscire a raggiungere l’obiettivo che si è prefissato negli ultimi sette mesi per donare alla ricerca contro la fibrosi cistica il record mondiale di pedalata continua per 24 ore consecutive in sella a una bici statica, coprendo oltre 550 chilometri. Ma lui, Fabio Sakara, il gigante buono di Pomezia, campione di solidarietà, è andato oltre i suoi limiti, ha superato le barriere della sua disabilità (ha una protesi al ginocchio destro ndr) e ieri puntuale alle 10,30 ha iniziato la prova a piazza Indipendenza. Lo start all’iniziativa benefica, patrocinata dal Comune, è stato lanciato dal sindaco, Adriano Zuccalà, che insieme alla giunta e a una parte del consiglio comunale, opposizione compresa, ha pedalato insieme a Fabio per alcuni minuti. Poi una staffetta continua di adulti, bambini, ragazzi, sportivi e non che hanno voluto prenotare una delle bike in piazza per fare compagnia a Fabio, per accompagnarlo durante le sue 24 ore, per fare con lui un tratto di strada. Assistito costantemente dai preparatori atletici e dalla sua famiglia, non ha mai avuto un momento di sconforto.
Nonostante fosse impegnato a pedalare ha incontrato tantissime persone, anche malati di fibrosi cistica a cui ha donato il suo sorriso e la sua forza, spronandoli a non arrendersi davanti alla difficoltà della vita e dalla loro patologia. «Non bisogna mollare mai. Daje», è il motto di Fabio che è diventato anche il suo stile di vita: il “Sakara Method”. Un primo record lo ha già conquistato ieri, riuscendo a scuotere le coscienze di migliaia di persone che per tutta la giornata sono passate in piazza Indipendenza per capire cosa stesse facendo. Per informarsi e donare anche solo 5 euro a favore della sezione di Pomezia della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica nello stand dei volontari. Una festa della solidarietà a cui hanno partecipato anche campioni del calibro di Martin Castrogiovanni che ha donato la sua maglietta autografata, di Simone Corsi, il pilota di motomondiale che ha anch’egli donato il suo casco autografato, di Max Lanza che ha presentato la nuova Nascar. Tante le iniziative a margine, come lo street food, la musica, i comici e i cabarettisti che hanno supportato Fabio, 34 anni il prossimo 28 maggio, in questa incredibile avventura di umanità e solidarietà.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA