Roma, donna muore per un tumore: sotto accusa la protesi al seno impiantata 12 anni fa

Domenica 5 Maggio 2019

Una donna è morta a Roma al policlinico Umberto I per una rara forma di cancro, il linfoma anaplastico a grandi cellule che sembra collegato a un particolare tipo di protesi al seno.
La protesi le era stata impiantata 12 anni fa. Il caso è stato scoperto dalla trasmissione Report in onda domani sera su Raitre. Si tratterebbe del primo caso in Italia.
Allergan precisa in una nota ufficiale che:
«Non si tratta di una protesi prodotta e diffusa dall'azienda».

Protesi al seno a rischio tumore, ecco i modelli ritirati in Francia

Protesi al seno cancerogene, il ministro Grillo chiede parere urgente al Css

La donna, come anticipa Report, era ricoverata dall’autunno scorso, quando la malattia era in una fase troppo avanzata. L’intervento non era purtroppo servito a nulla, né i cicli di chemioterapia. Il 23 febbraio le autorità sanitarie hanno trasmesso la documentazione al ministero della Salute retto dalla grillina Giulia Grillo. Da quel momento sino ad oggi sul caso era calato un silenzio totale, denuncia Report.

Secondo i dati più recenti del ministero i casi di linfoma anaplastico a grandi cellule associato a protesi al seno in Italia sono saliti a 41, ma altri starebbero emergendo. Tuttavia mai finora erano stati ufficialmente segnalati decessi di pazienti nel nostro paese.

 

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 12:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma