CORONAVIRUS

Coronavirus, Zingaretti: «Vaccini obbligatori nel Lazio per 2,5milioni di persone»

Lunedì 6 Aprile 2020

Vaccini obbligatori nel Lazio per gli over 65 ma anche per alcune categorie particolarmente esposte. «Stiamo valutando per il prossimo anno nel Lazio di rendere obbligatorio il vaccino contro l'influenza a tutti gli over 65, a chi lavora nella sanità e in altre categorie di lavoro più esposte e di attività essenziali - scrive su un post su Facebook il governatore del Lazio e leader Pd Nicola Zingaretti - Pensiamo a circa 2,5 milioni di persone. In autunno rischiamo una seconda ondata di coronavirus. Se una parte importante della popolazione sarà vaccinata contro la comune influenza, i medici potranno riconoscere i sintomi del Covid in maniera più tempestiva per fermare la diffusione. E non ci sarà sovrapposizione di malati negli ospedali».
Un primo passo per affrontare la fase successiva all'emergenza.
«Sarà parte del nostro piano per la ripartenza - spiega Zingaretti - sanità, sostegno all'economia per il lavoro, welfare e guida ai comportamenti individuali a tutela di tutti». 

LEGGI ANCHE Il ministro Roberto Speranza: «Analisi in farmacia e vaccini obbligatori, via alle assunzioni»

 LEGGI ANCHE  ​Vaccini, il Lazio va avanti: parte l’obbligo fino a 16 anni
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani