Concerti a Roma fino al 26 giugno: da Cat Power a Capossela rock, rap, jazz e blues

Alex Britti
di Fabrizio Zampa
26 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Giugno 2022, 10:45

Concerti a Roma, ecco il cartellone della settimana. 

 

LUNEDI’ 20 GIUGNO

Cantautrici/L’americana Cat Power in concerto all’Auditorium

Due anni dopo l’ultimo tour la cantautrice Cat Power torna in concerto a Roma. Americana di Atlanta, Georgia, all’anagrafe Charlyn Chan Marshall, 50 anni, è tra le voci più importanti del cantautorato americano al femminile. Ha avuto una costante evoluzione, è passata dal dark-folk al rock, al gospel, al country-blues e al soul, fino a ritmi elettronici e funky. Poche vocalist sono così profondamente radicate nell’indie-rock americano come lei, e oggi, con un quarto di secolo di carriera, è una delle artiste e produttrici più rispettate e influenti. Il decimo album di studio, “Wanderer” del 2018, rimane il suo lavoro più personale: «Le sue undici canzoni raccontano quello che è stato il mio viaggio fino a qui, come ho vissuto la mia vita vagando di città in città con la mia chitarra, per raccontare la mia storia, nel massimo rispetto di tutti quelli che, prima di me, lo avevano già fatto, dai cantanti folk a quelli blues, Tutti hanno viaggiato, e io mi sento fortunatissima ad aver avuto la possibilità di fare lo stesso», dice.

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Cavea, ore 21

Musica/”Suonno d’Aiere” all’Officina Pasolini

Da mesi Suonno d’Ajere, il trio napoletano composto da Irene Scarpato (voce), Marcello Smigliante Gentile (mandolino, mandoloncello) e Gian Marco Libeccio (chitarra), con l’album “Suspiro” spopola nella classifica mondiale dei migliori dischi di world music, e dopo un tour in Spagna e in attesa di andare in Usa, Canada, Irlanda, Austria e Germania come nuovi ambasciatori della canzone napoletana nel mondo, stasera presentano live il disco all’Officina Pasolini in una serata guidata da John Vignola. “Suspiro” offre dieci classici della canzone napoletana e due originali: “’A rezza”, firmata da Alessio Bonomo e Ferruccio Spinetti, e “Suspiro” di Marcello Smigliante Gentile. Gli altri sono brani di Raffaele Viviani, Ferdinando Russo, Salvatore Di Giacomo, Libero Bovio, Ernesto Murolo, Pasquale Jovino, Alfonso Mangione e Francesco Fiore. «Elaboriamo il nostro repertorio studiando quanto la città di Napoli ha prodotto nella sua storia musicale, e la nostra intenzione è di proporre brani meno diffusi per restituire loro dignità e spessore. L’obiettivo è ridare integrità alla tradizione canora partenopea, slegandola dall’immagine di vetrina per offrirla al pubblico in forma approfondita», dicono i tre.

Officina Pasolini, teatro Eduardo De Filippo, viale dei Giusti della Farnesina 6, ore 21

Rock/Greg Ogny Luneday, musica greca al Village Celimontana

Per gli appuntamenti della serie “Greg Ogny Luneday” Claudio Gregori, voce e chitarra, stasera propone un viaggio nelle melodie mediterranee e precisamente quelle del mare greco e della sua affascinante cultura e tradizione musicale, dal sirtaki in avanti.

Village Celimontana, www.villagecelimontana.it, 349/0709468, via della Navicella 12, ore 21

Metal/A Villa Ada i bolognesi Nero di Marte

Una band bolognese di post-metal, nata come Murder Therapy e diventata dieci anni fa Nero Di Marte, è la protagonista della serata, aperta dalla performance teatrale dei MalClango. Il vocalist e chitarrista Sean Worrell, il chitarrista Francesco D'Adamo, il bassista Andrea Burgio e il baterista Giulio Galati puntano su sonorità estreme e sperimentali e sono una delle formazioni dalle sonorità sperimentali più acclamate e in vista del panorama metal italiano. Il loro ultimo album "Immoto", 67 minuti di  velenosa, nerissima creatività, ha riscosso un notevole successo fra i fedelissimi del genere.

Villa Ada, villaadafestival.it, via di Ponte Salario 28, ore 21

​Jazz/Alla Casa l’Orchestra Giovanile di Testaccio

E’ attiva dal 2017 l’Orchestra Giovanile Jazz della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, 14 giovani musicisti di età inferiore ai 35 anni diretti da Maio Raja, autore degli arrangiamenti. Sono la vocalist Federica Carmen Santoro, il clarinettista Alessandro Soldani, i sassofonisti Alessio Bernardi, Marta Fratini, Federico Pascucci, Daniel Ventura e Lorenzo Batocchioni, i trombettisti Paolo Casetti e Iacopo Teolis, il treombonista Augusto Ruiz, il chitarrista Simone Sansonetti, il pianista Andrea Saffirio, il comtrabbassista Alessandro Buntzios e il batterista Luca Monaldi.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

MARTEDI’ 21 GIUGNO

Jazz/Swing swing swing: gli Swing Dogs al Village Celimontana

Nuovo appuntamento al Village con la serata "Swing Swing Swing” che comincia alle 21 con una lezione gratuita “primi passi” della scuola di ballo Swing Circus. E alle 22 concerto degli Swing Dogs, band che offre un sound e una vocalità che sembrano uscire dal cono di un grammofono. Sono Guido Giacomini (voce e contrabbasso), Marco Cortese (chitarra) e Piercarlo Salvia (sassofoni e clarinetto).

Village Celimontana, www.villagecelimontana.it, 349/0709468, via della Navicella 12, ore 21

Jazz/All’Elegance i brani che hanno fatto la storia del cinema

I brani jazz che hanno fatto la storia del cinema, legati a film indimenticabili: ecco il progetto del Jazz & Movie Quartet del pianista Andrea Sartini, che fruga nelle colonne sonore di pellicole rimaste nella memoria collettiva e che offrono composizioni diventate parte integrante della narrazione cinematografica. Con lui il sassofonista Andrea Polinelli, il contrabbassista Lorenzo Mancini e il batterista Antonio Donatone.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 21.30

Jazz/Rosario Giuliani alla Casa con “Love in Translation”

Il sassofonista Rosario Giuliani, in quartetto con il pianista Pietro Lussu, il contrabbassista Dario Deidda  e il batterista Marco Valeri, presenta “Love in Translation”, album sul tema dell’amore. Fra standard famosi, come “Duke Ellington’s Sound of Love” di Charlie Mingus, “Love Letters” di Victor Young e Edward Heyman e “Can’t Help Falling in Love”, che fu nel repertorio di Elvis Presley, non mancano brani originali con due omaggi a due grandi musicisti che purtroppo non sono più fra noi: “Raise Heaven”, che Joe Locke ha voluto dedicare a Roy Hargrove, e “Tamburo” di Rosario Giuliani per il trombettista Marco Tamburini.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

Musica/”Roma è una rosa”, le canzoni di Pasolini ai giardini della Filarmonica

“Roma è una rosa”, sottotitolo “la disperata vitalità delle canzoni di Pier Paolo Pasolini”: nel centenario della nascita del poeta un omaggio a Roma e al repertorio delle canzoni con le quali Pier Paolo ha saputo raccontarla: un punto di vista unico, scomodo, disincantato e appassionato. E’ la proposta di Raffaella Misiti & Le Romane (l’attrice Arianna Gaudio, la chitarrista Annalisa Baldi, Désirée Infascelli alla fisarmonica e al mandolino) con il cantautore e pianista Pino Marino. La forma della rosa è quella della poesia, della città e della canzone. Cresciuto con la musica classica, Pasolini ha scritto canzoni in romanesco che raccontano storie femminili di marginalità rappresentata con sorridente orgoglio, con una mescolanza gergale tra dialetto puro, italiano e dialetto letterario. Ma oltre alle sue ci saranno opere della scena degli anni cinquanta e sessanta, di Piero Umiliani, Carlo Rustichelli, Piero Piccioni, Fiorenzo Carpi, Domenico Modugno e Sergio Endrigo, più un omaggio a Laura Betti, che alla fine degli anni cinquanta portò in teatro un repertorio di testi scritti da grandi intellettuali (Moravia, Soldati, Fortini, Flaiano, lo stesso Pasolini) su musiche di questi grandi musicisti.

Giardini dell'Accademia Filarmonica Romana, via Flaminia 118,  ore 21

Musica/Max Gazzè e altri artisti live al Parco Schuster

Aspettando il festival LAZIOSound al Castello di Santa Severa (a fine luglio) il programma della Regione Lazio di valorizzazione e promozione delle nuove energie musicali offre un appuntamento che porterà a Parco Schuster Max Gazzè in un concerto che sarà aperto da Alfa e dai neo vincitori dell'ultima edizione: il Duo Ciampa Piccotti per la categoria I Love Mozart, Federico Buccini & Jemma Label per Jazzology, i Pitches per God is a Producer, Polemica per Urban Icon, Eko Orchestra per Borderless e i biVio per Songwriting He-roes.

Parco Schuster, Basilica di San Paolo, ore 21, ingresso gratuito

Cantautori/Meg in concerto a Villa Ada

Nella serata del solstizio d’Estate si celebra la festa della Musica sul palco di Villa Ada con l’iconica voce della napoletana Meg, cioè  Maria Di Donna, annata 1972. Dall’esordio con i 99 Posse, proseguendo nel suo percorso solista, ha sempre continuato nella sperimentazione musicale. Da poco è tornata con “Non ti nascondere”, che anticipa le sonorità del progetto e tour "Fortefragile live" . Nel corso della carriera l’autrice, cantante e produttrice ha esplorato molteplici mondi sonori, alla costante ricerca di “nuovi accordi e nuove scale”. Meg ha all’attivo otto album, di cui quattro con i 99 Posse e quattro da solista, e parecchie preziose collaborazioni. Negli anni è diventata simbolo del cantautorato alternativo e sperimentale e vanta una carriera ricca di contaminazioni tra diversi stili e mondi, uniti sempre tra di loro dalla musica elettronica. Nel  2004 ha inciso il suo primo disco solista dal titolo “Meg”, seguito nel 2008 da “Psychodelice” (accompagnato da un live audio/video realizzato esclusivamente con iPhone per la prima volta al mondo) e adesso sta completando il suo nuovo album, di imminente uscita. I suoi ultimi due dischi sono “Imperfezione” e “Concerto imPerfetto” (primo live di Meg registrato al Teatro Carignano di Torino), rispettivamente del 2015 e del 2017.

Villa Ada, villaadafestival.it, via di Ponte Salario 28, ore 21

Rap/Lazza in concerto a Rock in Roma

A Capannelle arriva Lazza, pseudonimo di Jacopo Lazzarini, rapper, musicista, pianista e producer milanese, annata 1994, che usa nei suoi testi il linguaggio riocontra, ovvero l'invertire le sillabe delle parole per generare rime caratteristiche del rap. E’ cresciuto nel quartiere di Calvairate, patria di numerosi artisti hip hop che dominano ora le classifiche, come Rkomi e Tedua, ama il rap old school, che sperimenta nei suoi primi lavori così come nei successi di oggi, ha studiato al Conservatorio Giuseppe Verdi, ama Chopin e il pianoforte è la sua ancora di sicurezza. Con un mare di singoli (come “Ouv3rture”, terzo episodio di una sua saga) e di mixtape e tre album alle spalle (“Zzala” del  2017, “Re Mida” del 2019 e “Sirio” del 2022), propone una selezione dei suoi successi.

Rock in Roma, Ippodromo delle Capannelle, via Appia Nuova 1245, ore 21

Blues/Andy’s Corner al Charity Cafè

Andrea Angelini, in arte Andy’s Corner, presenta tutti i martedì il suo progetto solista acustico per voce, chitarra e armonica: un viaggio nella migliore musica anglo-americana (blues, rock, country…) in particolare degli anni ‘60 e ’70, ma non solo.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

MERCOLEDI’ 22 GIUGNO                               

Cantautori/Marco Mengoni all’Olimpico con Sangiorgi, Gazzelle e Madame

Marco Mengoni, annata 1988, da Ronciglione (Viterbo) annuncia a sorpresa la presenza di Giuliano Sangiorgi dei Negramaro come ospite d’eccezione al suo concerto romano. I due sono legati da un rapporto di amicizia fraterna e di grande stima che li ha portati a collaborare nel singolo “Solo due satelliti”, scritto da Sangiorgi e contenuto nell’album di Mengoni “Le cose che non ho”. I due artisti proporranno live il brano, per la prima volta insieme, sul palco dell’Olimpico, dove ci saranno anche, già annunciati, Gazzelle e Madame, protagonisti dei due feat presenti in “Materia (Terra)”, ultimo album del cantautore, che affiancheranno Marco rispettivamente su “Il meno possibile” e “Mi fiderò”.

Stadio Olimpico, Foro Italico, dalle ore 20.45

Cantautori/A Villa Ada Leo Gassman e Yuman

Il cantautore Leo Gassman, figlio dell’attore Alessandro, ha vinto la categoria "Nuove Proposte” al festival di Sanremo 2020, il cantautore Yuman (romano, di padre capoverdiano) è salito sul podio a “Sanremo Giovani” ed è entrato tra i big a Sabreno 2022. Come dire che sul palco di Villa Ada vi aspetta un doppio concerto di due indubbi talenti della musica italiana (e non solo), che ormai sono molto di più che semplici artisti emergenti.

Villa Ada, villaadafestival.it, via di Ponte Salario 28, ingresso libero, ore 21

Jazz/Alla Casa Roberto Gatto prima in trio e poi in quartetto con Beatrice

Doppio live del batterista Roberto Gatto, prima con il suo Imperfect Trio e poi con il suo quartetto del quale fa parte la figlia Beatrice come vocalist. La prima formazione vede Roberto insieme al tenorsassofonista  Marcello Allulli e al bassista Pierpaolo Ranieri, la seconda lo vede con la voce di Beatrice Gatto, la tromba di Alessandro Presti, il pianoforte di Alessandro Lanzoni e il basso di Matteo Bortone. Spiega il leader che nell’album "My Secret Place” la scelta dei brani si è articolata in larga parte su composizioni originali scritte da tutti i componenti del gruppo ma anche su riletture di musiche prese in prestito da repertori diversi e non necessariamente provenienti dal mondo del jazz. «Uno dei brani meglio riusciti è sicuramente “Everyday Life” dei Coldplay, che ho usato per introdurre la voce di mia figlia Beatrice. C’è poi una versione strumentale di “Se non avessi più te”, famoso brano scritto da Luis Bacalov e cantato da Gianni Morandi negli anni 60. L’unico standard è “The Meaning Of The Blues” per la voce di Beatrice, mentre tutto il resto è a firma di ognuno di noi. Un lavoro variegato, ma con una unità stilistica precisa, frutto della consolidata collaborazione con tutti i componenti», dice Gatto.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

Dance/Apple Sing & Apple Play al Village Celimontana

Per chi ha voglia di ballare con successi dance vecchi e recenti, da “We are Family” delle Sister Sledge a “Le Freak” degli Chic, agli hit di Barry White o con brani come “Lady Marmelade”, “Proud Mary” e “Let The Music Play”, tornano gli Apple Sing & Apple Play, ovvero le voci di Giada Manti, Roberta Bagnolo, Barbara Begala, Alessandro Rossi e Anna Vinci,  il vocalist e chitarrista Sasà Flauto, Luigi Uccioli alle tastiere, Mimmo Imperiale al contrabbasso e Angelo Capuzzimato alla batteria.

Village Celimontana, www.villagecelimontana.it, 349/0709468, via della Navicella 12, ore 21

Jazz/All’Elegance con gli Swing Dogs negli anni ’20 e ‘30

La musica jazz degli anni ’20 e ’30 riesumata e riprodotta come dal cono di un vecchio grammofono dagli Swing Dogs, ovvero Guido Giacomini (contrabbasso e voce, protagonista della "swing reinassance" italiana), il chitarrista Marco Cortese e il sassofonista Piercarlo Salvia. La loro è una sorta di esperienza filologica sulle orme di Fats Waller, Mills Brothers, Slim & Slam e via di questo passo. Vi divertirete con gli antichi e indimenticabili suoni di un secolo fa.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 21.30

Blues/Al Charity Cafè Jam & Friends con Marco Di Folco

Nuovo appuntamento di Blues Jam & Friends coordinato dal quartetto del vocalist e chitarrista Marco Di Folco Quartet, con Emiliano Tremarelli (chitarra), Ivano Sebastianelli (basso) e Lorenzo Francocci (batteria).  Tutti i BluesMan e le BluesWoman sono invitati a salire sul palco e partecipare.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

GIOVEDI’ 23 GIUGNO

Rock in Roma/La Rappresentante di Lista e rovere a Capannelle

La Rappresentante di Lista è un progetto nato nel 2011 dall’incontro tra la cantante Veronica Lucchesi e il polistrumentista Dario Mangiaracina. I due si erano conosciuti a Milano l’anno prima durante l’allestimento di uno spettacolo teatrale e si erano successivamente spostati a Palermo per unirsi a un gruppo di artisti che, sotto la spinta della protesta del Teatro Valle di Roma, aveva riaperto il Teatro Garibaldi. Il 2021 è stato un anno luminoso per LRDL: dopo la partecipazione al festival di Sanremo con il brano “Amare”, diventato disco di Platino e per mesi ai vertici delle classifiche, ha pubblicato il quarto album in studio “My Mamma”, sul quale punta il nuovo tour. Apre la serata la band rovere, formazione bolognese che scrive tutto in minuscolo: sono il vocalist Nelson Venceslai, il chitarrista Luca Lambertini e il tastierista Lorenzo Stivani, e hanno pubblicato due singoli, “la pioggia che non sapevo” e “caccia militare”.

Rock in Roma, Ippodromo delle Capannelle, via Appia Nuova 1245, ore 21

Cantautori/Fabrizio Fusaro, tre date a Villa Ada

Il cantautore Fabrizio Fusaro, piemontese di Settimo Torinese nato nel 1997, a vent’anni ha trovato nella canzone la forma d’espressione prediletta e ha cominciato a esibirsi chitarra e voce in alcune serate per combattere l’insicurezza e affacciarsi alla dimensione della musica live. «La sua penna e la sua voce toccano corde ultimamente poco frequentate nel panorama italiano, e sono quelle di un artista riflessivo e introverso che attraverso la sua musica prova a riportare l’attenzione sul messaggio, sul contenuto e sull’unicità dei brani, caratteristiche delle quali la scena italiana forse inizia a sentire il bisogno», hanno scritto di lui. Dopo il primo album “Di quel che c’è non manca niente” e il singolo “Dormi serena” sta preparando il nuovo lavoro. Darà a Villa Ada altre due date.

Villa Ada, villaadafestival.it, via di Ponte Salario 28, ingresso libero, ore 21

Jazz/Alla Casa la Icp Orchestra guidata da Han Bennink

Per la rassegna Summertime arriva la Icp Orchestra, cioè la Instant Composers Pool Orchestra, guidata dal batterista olandese Han Bennink, già collaboratore di Wes Montgomery, Peter Brötzmann, Terrie Ex, Cecil Taylor, Little Willie Littlefield, Paul Bley & Annette Peacock, Eric Dolphy, Don Cherry e tanti altri. La formazione, secondo la quale l'improvvisazione è "composizione istantanea", schiera i sassofonisti e clarinettisti Ab Baars, Michael Moore e Tobias Delius, il trombettista Thomas Heberer, il trombonista Walter Wierbos, Mary Oliver al violino e viola, il pianista Guus Janssen, Ernst Glerum al contrabbasso e Bennink alla batteria. E’ un collettivo unico e di fama internazionale di compositori, improvvisatori e strumentisti, formato nel 1967 da Misha Mengelberg, Han Bennink e Willem Breuker: una band in continua evoluzione che ha collaborato con i giganti della musica sperimentale. Il programma esatto è sempre una sorpresa perché la band decide solo pochi minuti prima dell'esibizione cosa suonerà, passando dal ragtime allo swing, dal bop al free jazz, dalla classica al carnevale, restando all’avanguardia della musica sperimentale. Vi aspetta un live di sorprese e invenzione spontanea in compagnia del collettivo musicale più creativo e influente d'Europa negli ultimi 55 anni.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

Jazz/All’Elegance un omaggio al grande Miles Davis

Un tributo a Miles Davis, il trombettista che ha rivoluzionato il jazz: Giambattista Gioia alla tromba e al flicorno, Emanuele Rizzo all’organo Hammond e Andrea Bonioli alla batteria rendono omaggio al musicista, scomparso nel 1991, reinterpretando i classici più noti in un trio che  conferisce un sound moderno e aperto. L'album “Kind of blue” del 1959 è uno dei dischi che consacra Miles a star della musica, ed è considerato dalla critica l’album più bello della storia del jazz.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 21.30

Cantautori/Al Village “Cara”, omaggio a Dalla di Saverio Martucci

«La musica mi ha salvato la vita e illumina il mio cammino di conoscenza, personale e del mondo circostante. In questi anni ho suonato di tutto, ho ascoltato Lucio Dalla e me ne sono innamorato: per me è il grande bardo, il poeta, il musicista, l'uomo che sapeva di avere un dono e lo ha condiviso con noi. E in questo concerto, che ho chiamato "Cara", dal titolo di una delle sue più straordinarie canzoni, mi esprimo con la massima naturalezza e sincerità per provare a rivivere sulla mia pelle l'esperienza immaginifica di Lucio, parola per parola»: lo dice il vocalist Saverio Martucci, live con Eugenio (Eujazz) al pianoforte e al sinth, Alessandro Tomei alle chitarre e Sergio Mazzini alla batteria.

Village Celimontana, www.villagecelimontana.it, 349/0709468, via della Navicella 12, ore 21

Blues/Una notte al Charity con Di Giuseppe & Scifoni

Una blues night con il vocalist, chitarrista e armonicista Andrea Di Giuseppe e Simone Scifoni al basso, alla batteria e alla washboard, la vecchia tavola per lavare usata come percussione.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

VENERDI’ 24 GIUGNO

Urban Sound/A Rock in Roma le tendenze di Shiva, Paky e Rhove

Una serata all’insegna del sound più innovativo della nostra scena urban: nel concerto aperto dal rapper di Pavia Nerissima Serpe, ovvero Matteo di Falco, si esibiranno tre artisti di tendenza. Sono Paky, Shiva & Rhove insieme sullo stesso palco, I tre, che stanno cambiando le regole di gioco della scena rap/trap italiana, sono pronti a regalare uno spettacolo nello spettacolo: divideranno il palco garantendo uno degli show più innovativi e richiesti di questo 2022, protagonista un’unica voce rappresentata dalle loro differenti peculiarità stilistiche che ha come minimo comune denominatore la voglia dopo questi due anni difficili di rimettere al centro il divertimento. Rhove, pseudonimo di Samuel Roveda, è un rapper milanese classe 2001, uno degli artisti più eclettici della nuova scena. Shiva, nome d’arte di Andrea Arrigoni, viene da Legnano ed è uno dei trapper di riferimento in Italia con quasi un milione di follower. Paky, pseudonimo del napoletano Vincenzo Mattera, è un altro nome di punta della scena italiana.
Rock in Roma, Ippodromo delle Capannelle, via Appia Nuova 1245, ore 21

Jazz/Tornano alla Casa i Latin Mood di Bosso & Girotto

Dopo alcuni anni di pausa tornano i Latin Mood, la formazione guidata dal trombettista Fabrizio Bosso e dal sassofonista argentino Javier Girotto. Hanno un nuovo repertorio, pieno di creatività grazie alle composizioni e alle improvvisazioni dei singoli elementi del gruppo e rappresentano una nuova occasione per produrre nuova musica nel linguaggio infLorenzo Tuccinitamente variegato del Latin Jazz. Con i due protagonisti suonano il pianista e vocalist argentino Natalio Mangalavite, Luca Bulgarelli al basso elettrico, Lorenzo Tucci alla batteria e Bruno Marcozzi alle percussioni, e nella scaletta non mancheranno brani storici del gruppo, tratti dagli album “Sol” e “Vamos”.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

Rock/Gli inglesi IQ in concerto al Largo Venue

Tornano in Italia i britannici IQ, la band progressive rock nata dalla chitarra di Mike Holmes nei primi anni ottanta. La formazione, che oggi vede il vocalist Peter Nicholls, il chitarrista Mike Holmes, il tastierista Neil Durant, il bassista Tim Esau e il batterista Paul Cook, offre un mix di sonorità dure e melodiche, che non si riconducono solo al blues e al rock ma si avvicinano soprattutto al rock sinfonico e alle sonorità fusion. Dopo gli album “Dark Matter”, “Ever”, “Are You Sitting Comfortably” e “Frequency” è arrivato “Resistence”, e la band è in quel filone prog dei Genesis o dei Marillion. Offre suoni elettronici oscuri e appena udibili, melodie tutt’altro che romantiche, chitarre timidamente dure senza alcun intento metal, brani ritmicamente composti e ordinati nonché spogli di un certo dinamismo strumentale.

Largo Venue, www.largovenue.com, via Biordo Michelotti 2, 06-87600746 ore 21

Musica latina/A Fiesta arriva Justin Quiles, portoricano del Massachusset

Nuovo appuntamento live con la musica latina a Fiesta, rassegna di musica latino americana che in ognuna delle sue ventisette edizioni ha raccolto un milione di spettatori. Stasera è protagonista Justin Quiles, il ragazzo d’oro della latin mondiale: figlio di una famiglia portoricana, viene da Bridgeport, Massachussets, è cresciuto a Portorico e ha alle spalle tre album e un centinaio di singoli di successo.

Fiesta, Parco Rosati, via delle Tre Fontane 24, www.fiestafestival.it 327-2915369, ore 21

Cantautori/Tutti Fenomeni, cioè Giorgio Quarzo Guarascio, a Villa Ada

Tutti Fenomeni, nome d'arte di Giorgio Quarzo Guarascio, classe '96, originario di Roma, è un cantautore che si fa riconoscere subito per la sua vena ironica. Sul continuo filo rosso tra lo straniante, l'assurdo e il serioso, viene dagli anni '50 più idealizzati del mondo e ha tecnica, cuore, faccia tosta e un giusto grado di alienazione perversa. E’ un frullatore post-tutto capace di tritare e far convivere nelle sue canzoni riferimenti altissimi e bassissimi, passato e contemporaneità, canzone d’autore italiana (molti riferimenti a Franco Battiato), i flow tipici della trap, sarcasmo e crudo realismo. Insomma, tutto e il suo contrario, in una linea temporale scomposta che mischia canzone d’autore e sonorità fresche e attuali, citazioni alte e voli pindarici nel trash. Tutti Fenomeni cambia le regole del gioco, è la canzone che non ti aspetti, la musica che diventerà di moda tra un paio d’anni. I suoi ultimi singoli sono “Faccia tosta” e “Marinai”.

Villa Ada, villaadafestival.it, via di Ponte Salario 28, ingresso libero, ore 21

Blues/Una notte con la band dei Jump Aces

I Jump Aces sono una neoformazione romana jump-blues & swing che di nuovo ha solo il nome, visto che è formata da musicisti molto conosciuti della scena romana e non solo: sono il vocalist e pianista Marco Meucci, il chitarrista Alessandro Angelucci, il contrabbassista Al Compassi e il batterista Lorenzo Francocci.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

Jazz/All’Elegance il trio Borghese diventa quintetto

Il Trio Borghese, nato a Roma nel 2015 nel teatro di Villa Borghese, propone un ampio repertorio swing con richiami al gypsy jazz che spazia da standard a brani pop reinterpretati in chiave retrò, creando un’atmosfera elegante e al tempo stesso coinvolgente. Da qualche tempo si esibisce in quintetto: con la vocalist Ilaria Monteleone suonano il chitarrista Luca Traverso, il contrabbassista Isaia Mammano, il batterista Ruben Mammano e il sassofonista Riccardo Nebbiosi.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21,30

Musica/Al Village Celimontana un ricordo di Doris Day

L’attrice Doris Day negli anni '50 era la protagonista di una serie di commedie di grande successo, e la vocalist Daniela Terreri e la sua band (Giuseppe Ricciardo al sax, Attilio Di Giovanni al pianoforte, Guido Giacomini al contrabbasso e Alberto Botta alla batteria) la ricordano celebrando quelli che sarebbero stati i suoi cent’anni, con parecchi artisti che si alterneranno sul palco cantando, suonando e ballando i celebri standard americani da lei interpretati. Prima, alle ore 20, live di Mirko Valeri & I Via Greve per ricordare il lavoro dei partecipanti al laboratorio di alfabetizzazione musicale della comunità di recupero per tossicodipendenti Magliana 80.

Village Celimontana, www.villagecelimontana.it, 349/0709468, via della Navicella 12, ore 21

SABATO 25 GIUGNO

Rock/Queen at the Opera, grande show a Capannelle

Nato da un’idea di Simone Scorcelletti, tuttora direttore artistico e produttore, “Queen At The Opera” è un live interamente basato sulle leggendarie musiche dei Queen dirette dal vivo da Matteo Vagnarelli. Sul palco si alternano le voci di un ensemble di vocalist come Luca Marconi, Valentina Ferrari, Alessandro Marchi, Luana Fraccalvieri e Giada Sabellico. In scaletta classici evergreen come “We are the Champions”, “Barcelona”, “Bohemian Rhapsody”, “We Will Rock You”, “The Show Must Go On”, “A Kind of Magic”, ”Under Pressure”, che restano l’asse portante, rivivendo ogni volta grazie alla fusione sonora elegante e potente della sinfonica mescolata al rock.

Rock in Roma, Ippodromo delle Capannelle, via Appia Nuova 1245, ore 21

Elettronica/Al Parco l’australiano Chet Faker con “Hotel Surrender”

Chet Faker, australiano di Melbourne, 33 anni, all’anagrafe Nicholas James Murphy, è uno dei protagonisti della nuova musica elettronica,  che gli ha fatto guadagnare premi e riconoscimenti ricevuti agli Aria Awards, tra cui Best Male Artist, Engineer of the Year e Producer of the Year. Con l’attesissimo album “Hotel Surrender”, uscito il 16 luglio 2021, Chet Faker ha composto dieci brani tutti autoprodotti e caratterizzati dagli elementi che hanno permesso all’artista di conquistare un’ampia fanbase internazionale. Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Cavea, ore 21

Musica/Alex Britti in quartetto live alla Casa del Jazz

Alex Britti, da sempre noto per aver fatto cantare la sua chitarra e riconosciuto come uno dei bluesman tra i più eclettici e bravi della scena italiana e internazionale grazie al suo virtuosismo, arriva alla Casa del Jazz per presentare in anteprima, con Michele Papadia all’organo Hammond, Emanuele Brignola al contrabbasso e Giulio Rocca alla batteria, un album intitolato “Mojo” e in uscita il 1 luglio, che è stato appena anticipato da un singolo uscito ieri. Per il cantautore e chitarrista romano si tratta del primo album strumentale della carriera, con dieci brani per quasi 50 minuti di musica. Il 2022 è per lui l’anno della “ripartenza”, e il disco prende spunto dal blues ma attinge a piene mani da qualsiasi genere sia del passato che del presente, ricreando così una sorta di melting pot delle fluidità grazie a atmosfere diverse, eterogenee, senza confini, senza una collocazione spazio/tempo, con arrangiamenti che Alex definisce trasversali, in cui il suo virtuosismo si fonde con ritmiche incalzanti e un sound che è il risultato di tutta una vita trascorsa a assorbire il meglio da ogni stile. Ci saranno brani inediti a cui vengono affiancati pezzi del suo repertorio che lui ama definire ironicamente i lati “C”, ovvero i "non singoli", quei brani contenuti in un album che per caratteristiche, ma non per minore qualità, non hanno mai brillato di luce propria a differenza dei singoli, che vanno in classifica. Roba buona.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

Fiesta/Arriva la bachata “urbana” del Grupo Extra, da Santo Domingo

Al Fiesta, il festival di musica e cultura latino americana, stasera è di scena il Grupo Extra, band di musica latina famosa per la sua bachata "urbana", cioè sviluppata in un concerto appunto urbano, ma anche per altri stili come il merengue electronico, il reggaeton, la salsa, il kuduro. Il suo secondo album “Diferente” ha dato la vera popolarità alla formazione, che vede in scena El Nene Flow (vero nome Neftali Caba), El Turko (Yassir Neher), Tony Santana (Edward Anthony Regalado Santana), Rikko (Enriquillo Polanco) e Yewdry Alvarado. Tony Santana è il rapper e compositore di tutte le canzoni di “Grupo Extra” e viene da La Vega, nella Repubblica Dominicana. In arrivo tante altre band e musicisti.

Fiesta, Parco Rosati, via delle Tre Fontane 24, www.fiestafestival.it 327-2915369, ore 21

Jazz/Brunch dixieland al Village, poi Samantha canta il suo soul

Brunch al Village, dalle 12.30, con il sestetto degli Ipsie Dixie e il suo jazz tradizionale: con Mauro Rossi, tromba e cornetta, i sax di Andrea Pasquetti, Roberto Quattrini e Luciano Rosso, Roberto Dati al banjo tenore e Luca Ingletti alla batteria. I brani classici del repertorio dixieland verranno illustrati nella loro storia aneddotica e discografica. E alle 22 la vocalist Samantha Iorio, con Cristiana Polegri al sax soprano e tenore, Gianni Satta alla tromba e al flicorno, Rita Bacchilega al piano, Ezio Salfa al basso e Gianni Polimeni alla batteria, propone il progetto “A Lady in Soul”, viaggio fra le note più soul di Otis Redding, Aretha Franklin e Stevie Wonder, con le quali è cresciuta.

Village Celimontana, www.villagecelimontana.it, 349/0709468, via della Navicella 12, ore 12.40 e ore 21

Jazz/All’Elegance un tributo di Gloria Trapani alla grande Nina Simone

Intitolato “Little Girl Blue” è l’omaggio che la vocalist Gloria Trapani, in quartetto con il trombonista Davide Di Pasquale, il pianista Pierpaolo Principato e il contrabbassista Alessandro Del Signore, dedica a Nina Simone, all’anagrafe Eunice Kathleen Waymon, nera, cantante, pianista, scrittrice e attivista per i diritti civili della North Carolina, scomparsa nel 2003 e famosa come una delle voci più emozionanti del soul, del blues, del folk, del gospel e del jazz. E’ stata una musicista che ha saputo dar vita a uno stile espressivo elegante e personalissimo, dove il suo grande amore per il pianismo classico, dal quale aveva cominciato, si fonde con tanti altri generi. E’ l’ultimo appuntamento, si riapre il 9 settembre.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 21.30

Cantautori/Murubutu sotto la pioggia a Villa Ada

Murubutu, pseudonimo di Alessio Mariani, cantautore e rapper emiliano, è in tour per presentare “Storie d’amore con pioggia”, uno spettacolo full band basato sul suo omonimo nuovo album: è un ritorno attesissimo dai fan e dallo stesso Murubutu, che per la prima volta avrà con lui una formazione di musicisti live: ableton, basso, chitarra, tromba e la voce di Dia, già presente in alcuni dei suoi lavori in studio. Il tour sarà quindi un’occasione per ascoltare i nuovi brani in una veste inedita, e rendere ancora completa l’esperienza del nuovo album,

Villa Ada, villaadafestival.it, via di Ponte Salario 28, ingresso libero, ore 21

Blues/Al Charity torna il quartetto di Marco Di Folco

Il quartetto del vocalist e chitarrista Marco di Folco viaggia nel blues della Louisiana, di Chicago e del Texas. Con lui il chitarrista Emiliano Tremarelli, il bassista Giulio Giancristofaro e il batterista Carlo Del Carlo.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

DOMENICA 26 GIUGNO

Rap/Gué Pequeno in  concerto a Rock in Roma

Il rapper Gué Pequeno, o se preferite Gué, pseudonimo di Cosimo Fini (Milano, 25 dicembre 1980), noto per la sua militanza nei Club Dogo, definito da molti come l’antagonista di Fedez e sicuramente uno dei personaggi più discussi e criticati sulla scena musicale italiana, si esibirà con i suoi successi e il materiale del suo ultimo album “Guesus”, uscito di recente. Insieme a lui l’accompagnamento di DJ Jay K e di una live band formata da Max D’Ambra, B-Dog e Christian Capass.

Rock in Roma, Ippodromo delle Capannelle, via Appia Nuova 1245, ore 21

Cantautori/Vinicio Capossela in concerto alla Casa

Il 12 ottobre di 31 anni fa usciva “All’una e trentacinque circa”, il primo disco di Vinicio Capossela. L’album, nato sotto l’egida del grande Renzo Fantini e tenuto a battesimo da Francesco Guccini, vinse la Targa Tenco nel 1991 e segnò l’inizio di un felice e lungo percorso artistico. Oggi, con la band ‘Round One Thirty Five (il cui nome traduce in inglese il titolo di quel disco), Vinicio torna alle atmosfere di quell’epoca e ripropone i brani di quel disco odoroso di pioggia e moquette, di lampi biografici, di canzoni scritte ad anticipare la vita quando ancora ci si faceva pace: asfalto, lamieroni, locali epifanici come l’Escandalo o il Corallo, istantanee che rendono epico il viaggio, in cui è il suono, più che il senso delle parole, a dare corpo al mondo. Stasera Capossela, con il sassofonista  Antonio Marangolo, il chitarrista Giancarlo Bianchetti, il contrabbassista Enrico Lazzarini e il batterista Zeno De Rossi, fa un passo indietro nel tempo e ripercorre le antiche strade dopo mille nuove esperienze. «I suoni fanno da sfondo a un mondo immaginario. Un mondo pieno di guai, affollato di guitti stralunati, strade chiassose e vecchie macchine», e a quei tempi erano quelle di Marangolo, Jimmy Villotti, Ellade Bandini, Lazzarini. Tutto era partito da una melodia al pianoforte che ricordava una canzone di Dylan, “I Was Young When I Left Home”. Le parole ce le ha messe la vita con le sue fratture, e quel soffio ha allargato tutta la geografia», spiega Vinicio.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

Musica/I Four Vegas al Village con il loro Grease Party

Al Village l’appuntamento di oggi è con "Bevo Solo Rock'n'Roll", serata vintage all'insegna della musica degli anni '50 e ‘60. Prima del concerto la scuola di ballo Rock Around The Swing offrirà una dimostrazione di ballo gratuita, mentre alle 22 c’è lo show “Grease Party” della band dei Four Vegas. Sono il vocalist Al Bianchi, il chitarrista Fabio “The Fabulous” Taddeo, il pianista Valerio “Bull” Bulzoni, il bassista Manuel Mele e il batterista Gino Ferrara.

Village Celimontana, www.villagecelimontana.it, 349/0709468, via della Navicella 12, ore 12.30 e ore 21

© RIPRODUZIONE RISERVATA