Baby gang scatenata nel centro di Roma: 24enne picchiato in mezzo alla folla per una catenina

La polizia ferma un 15enne incensurato, caccia ai complici

Baby gang scatenata nel centro di Roma: 24enne picchiato in mezzo alla folla per una catenina
di Marco De Risi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Ottobre 2021, 07:38

Una rapina nel cuore della movida, in pieno Centro a Roma. In una strada piena di gente, fra turisti e passanti, ha colpito una baby gang. Ragazzi minori che, verso la mezzanotte, si sono comportati come consumati criminali: hanno accerchiato un ragazzo di 24 anni, gettandolo a terra e prendendolo a calci e pugni, ferendolo a colpi di casco. Tanta violenza solo per impossessarsi della catenina che il ventiquattrenne portava al collo. È intervenuta la polizia.

Baby gang, calci e pugni a un ragazzo

 

Una volante che stava pattugliando la zona in servizio proprio per la movida è arrivata in tempo per bloccare uno dei criminali in erba. Si tratta di un adolescente di 15 anni, incensurato e studente. I poliziotti hanno dovuto affrontare il muro umano della movida in via della Pace, affollatissima, per arrivare a prendere almeno uno dei banditi. I complici potrebbero avere le ore contate.

Roma, baby gang picchia e rapina romeno a Vigna Clara. I tre ragazzini arrestati in lacrime

Roma, choc alla fermata del bus, studente picchiato dai bulli

Non è escluso che gli investigatori possano risalire ai ricercati vedendo il cellulare del ragazzo fermato. Nell'apparecchio ci potrebbero essere le chiamate al resto della gang. Poi, ad incastrarli, potrebbero essere anche le telecamere della zona che sono davvero tante. La vittima all'arrivo del personale del 118, ha rifiutato il ricovero: il medico ha riscontrato solo qualche ecchimosi per le botte ricevute. Ad assistere alla rapina anche una coppia milanese che è rimasta atterrita dal colpo in pieno centro. «C'era un sacco di gente, davvero tanti - racconta la coppia -. Si camminava a fatica. Noi eravamo usciti da poco dall'albergo. Siamo rimasti impietriti quando abbiamo visto quel giovane in terra, con dei ragazzini che lo prendevano a calci».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA