Velletri, morto in auto a 19 anni con la fidanzata, lei è ancora in coma. Sui social i loro messaggi d'amore

Giovedì 17 Maggio 2018 di Veronica Cursi
3

«Sei mia». Sul profilo Facebook di Roberto Caprera, il ragazzo di 19 anni morto ieri in un incidente stradale a Velletri, scorrono frasi d'amore, sorrisi, promesse che ora, purtroppo, non potrà più mantenere. Ci sono le foto, i messaggi scambiati con la fidanzata: «Ti amo», «Come sei bella». Il loro era una amore grande. Finito troppo presto.
C'era lei, M. S., 16 anni, seduta accanto a Roberto quando la loro Fiat 500 si è andata a schiantare dopo una serata passata insieme contro quel maledetto muro. E' ancora in coma, ricoverata in gravissime condizoni all'Umberto I di Roma.

LEGGI ANCHE Auto contro un muro: muore 19enne. Gravissima la fidanzatina di 16 anni
 

 

Chi li conosceva, gli amici, i compagni di scuola ancora non possono credere a quello che è successo: «Amico mio ma cosa fai?», scrive qualcuno sotto la foto di Roberto. «Siamo distrutti».
La procura di Velletri intanto ha disposto l'autopsia sul corpo del giovane studente che era anche un atleta impegnato come istruttore nell'associazione sportiva Ginnastica Velitrae. I funerali dovrebbero svolgersi tra venerdì e sabato.
E adesso sono tutti stretti attorno alla fidanzata che lotta per la vita in quel letto d'ospedale.

Sono ancora in corso le indagini della Polstrada di Albano per capire esattamente la dinamica dell'incidente: l'auto di Roberto ha urtato all'altezza di una curva un'Audi A3 che viaggiava in senso opposto, è finita contro il pilone di un cancello e poi contro un muro di cemento. L'impatto è stato violentissimo: Roberto è stato sbalzato fuori dalla macchina, la fidanzata è rimasta incastrata tra le lamiere. Per lui non c'è stato nulla da fare. Ora si prega per lei.
 

Ultimo aggiornamento: 18 Maggio, 11:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA