Roma, rapine a commercianti e ragazzi: arrestato anche il complice minorenne

Roma, rapine a commercianti e ragazzi: arrestato anche il complice minorenne
2 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Ottobre 2018, 17:31 - Ultimo aggiornamento: 19:03

I carabinieri della Stazione Roma Piazza Bologna hanno arrestato, ieri, un 17enne romano, con precedenti, con l’accusa di rapina in concorso e porto di armi o oggetti atti ad offendere, in esecuzione di un’ordinanza che dispone la misura della custodia cautelare presso un istituto di pena minorile, emessa il dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Roma. In un primo momento, il giovane era stato denunciato - la settimana scorsa - dai carabinieri quale complice di un 19enne romano arrestato e insieme al quale era diventato l’incubo di piazza Bologna e vie limitrofe, mettendo a segno numerose rapine a coetanei e commercianti.

LEGGI ANCHE Roma, «Domani gli leviamo tutto»: così la baby gang organizzava rapine ai coetanei sui social

Ma dopo le indagini dei carabinieri, la posizione del minore si è aggravata e anche per lui sono scattate le manette. Le indagini dei militari hanno anche permesso di “allungare” la lista dei colpi messi a segno dai due complici, salita a ben 6 rapine, tra i mesi di marzo ed agosto: una consumata nei confronti di un 16enne al quale fu sottratto il portafogli dopo alcuni strattoni e colpi alle braccia; una consumata nei confronti di un 17enne, mediante minaccia di colpirlo con una coltellata, facendosi consegnare denaro in suo possesso; una consumata nei confronti di un 17enne al quale, dopo un violento calcio al polpaccio, fu portato via denaro contante; una consumata nei confronti di un 18enne che, dopo spinte e strattoni, fu costretto a consegnare il suo portafogli; una consumata presso un mini market, dove il gestore, 44enne, fu colpito da diversi calci per poi consegnare delle bottiglia di birra; infine una tentata nei confronti del gestore di un bazar, minacciato di incendiare l’esercizio commerciale se non avesse consegnato loro alcolici. In questo caso, la vittima reagì mettendo in fuga i complici. L’odierno arrestato 17enne è stato tradotto presso l’istituto di pena minorile “Casal del Marmo” a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA