Fiumicino, bimbo soffoca in aereo: salvato con una tracheotomia

Lunedì 22 Febbraio 2016 di Marco De Risi
1
Fiumicino, bimbo soffoca in aereo: salvato con una tracheotomia

Un bimbo di due anni è stato salvato ieri sera all’areoporto di Fiumicino dopo una grave crisi respiratoria. Stava soffocando quando c’è stato l’immediato intervento del personale 118 che gli hanno praticato la tracheotomia. Una manovra estrema che però ha salvato la vita piccolo che in poco tempo si è ripreso ed ora è fuori pericolo di vita.

E’ accaduto verso le 20.45 all’interno di un aereo che stava partendo per Palermo. L’aereo stava per entrare in pista quando i genitori del piccolo hanno chiesto aiuto. Il bambino non respirava più, è diventato cianotico. In pochi minuti grazie, anche all’intervento della polizia, è accorso il personale del 118 che ha subito capito che non c’era da perdere tempo. E’ stata effettuata la tracheotomia e dopo qualche secondo il piccolo ha ripreso a respirare. E’ stato portato in ospedale. I genitori hanno abbracciato i salvatori.

Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio, 13:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA