Mafia capitale, «Ora diamo cinquemila euro a Tarzan»: il regalo ad Alzetta di Buzzi e Carminati

Mafia capitale, «Ora diamo cinquemila euro a Tarzan»: il regalo ad Alzetta di Buzzi e Carminati
di Valentina Errante
3 Minuti di Lettura
Sabato 20 Dicembre 2014, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 15:47

La holding, su richiesta, era anche pronta a versare ”contributi” a chi era in difficoltà. Così sarebbe avvenuto per l'ex consigliere comunale di Sel, Andrea Alzetta, almeno secondo la conversazione intercettata lo scorso 17 novembre 2014, tra Massimo Carminati, il suo amico Emilio Gammuto, il re delle coop, Salvatore Buzzi, e la segretaria responsabile della contabilità parallela, Nadia Cerrito. Carminati e i suoi sono pronti a versare 5mila euro a ”Tarzan”, leader del movimento per la casa, escluso dal consiglio comunale a causa di una condanna pregressa, sulla base della cosiddetta legge Severino, e in difficoltà economica. Buzzi concorda con il ”Nero” cosa fare. E Carminati dà l'ok. La conversazione viene intercettata nel quartier generale della holding criminale, in via Pomona 29, sede del Consorzio Eriches 29, una delle coop che ottiene commesse e appalti dall'amministrazione.

LE TELEFONATE

«Tarzan - dice Buzzi a Carminati - è un ex consigliere comunale, Andrea ti mando questo messaggino gli devi fa, gli regaliamo 5mila euro praticamente». Ed Emilio Gammuto: «Gli mando pure io un messaggino». La conversazione è disturbata, Carminati e i suoi discutono del fatto che Alzetta sia stato escluso sulla base della stessa legge che ha portato alla decadenza dalla carica di senatore l'ex premier Silvio Berlusconi. ”Tarzan”, dicono, ha avuto problemi di salute. «Siccome nessuno lo aiuta - spiega Buzzi - è andato da Smeriglio (Massimiliano Smeriglio, vicepresidente della Regione Lazio ndr) tramite Passarelli gli ha fatto avere una ricerca per l'emergenza abitativa. Soltanto che sta ricerca l'ha commissionata la cooperativa Arancia. La cooperativa Arancia c'avrà sì e no 5 lire sul conto corrente». E Carminati: «Non ce l'ha». E Buzzi continua: «Io gli ho detto, ti servono soldi, ”no, non mi serve niente, non mi serve niente, ieri, invece, mi ha chiamato è uscito dall'ospedale e non c'ha proprio più una lira». Carminati commenta: «Va beh, poveraccio...Veramente questa qui, da quando lo hanno segnalato, veramente è una cosa..,» E Buzzi: «Gli facciamo recupero di acconto 5mila» euro. Gammuto commenta: «Ma è vergognoso» e Carminati: «Cioè tutte cose per...carattere sociale, mica». «Come Eriches», dice Buzzi; «Occupazioni pagato, occupazioni», aggiunge Carminati. Buzzi conclude: «Gli facciamo un bonifico oggi». «Subito glielo faccio oggi», conferma Nadia Cerrito, la segretaria di Buzzi. E il suo capo: «Ce sta tutto. Ritenuta d'acconto, la mettiamo per emergenza abitativa, la mettiamo da qualche parte, in modo che a lui, poi mi dici, i soldi netti che gli arrivano e gli mando un messaggino». Nadia dice che provvederà subito e Buzzi chiosa: «Sì, aho, tutti amici, tutti amici, poi, però, alla fine non c'è mai nessuno, eh?».