Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, Fassina ricorre al Consiglio di Stato contro l'esclusione: lunedì il verdetto. «Noi insostituibili, temo non voto»

Stefano Fassina
1 Minuto di Lettura
Sabato 14 Maggio 2016, 12:56 - Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 17:35

È stato depositato ufficialmente al Consiglio di Stato l'appello contro la sentenza con la quale nella tarda serata di ieri il Tar del Lazio ha confermato l'esclusione delle liste di appoggio alla candidatura di Stefano Fassina a sindaco di Roma per le consultazioni del 5 giugno prossimo. La terza sezione del Consiglio di Stato, presieduta da Luigi Maruotti, deciderà lunedì sull'appello proposto. L'udienza è stata fissata alle 12.

«Temo che quei voti che sarebbero andati alla sinistra rimangano nel non voto. La sinistra non è sostituibile con qualche improvvisazione negli ultimi giorni di campagna elettorale», ha poi commentato Fassina al Tg1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA