Il Real Sebastiani contro quel che resta di Senigallia: parte la serie che porta alla finale. Finelli: «Grande entusiasmo»

Marco Contento durante la gara di regular season contro Senigallia
2 Minuti di Lettura
Sabato 28 Maggio 2022, 13:26

RIETI - A nove giorni di distanza dal blitz di Reggio Calabria, che è valso il 3-0 alla Pallacanestro Viola e l’accesso alle semifinali playoff, la Rsr torna al PalaSojourner per affrontare la sorprendente Senigallia che dopo aver eliminato Bisceglie proverà a rendere la vita complicata anche ai ragazzi di coach Alex Finelli e ambire, tanto quanto gli amarantoceleste, alla finale.

Reduce da 16 vittorie consecutive, la Rsr è determinata a fare la voce grossa già in Gara-1, domani alle 18 – arbitri Fabrizio Suriano di Torino e Stefano Purina di Rivoli – in un Palazzo che si preannuncia sin d’ora caldo e carico di passione, proprio come piace al tecnico bolognese.

«Stiamo bene e ci alleniamo con grande impegno - afferma Finelli - Percepisco una netta consapevolezza dell’obiettivo da raggiungere che è la promozione, una bella unità d’intenti ed un grande entusiasmo. Sicuramente le 16 vittorie di fila danno fiducia e autostima. Senigallia ha sorpreso tutti con una stagione regolare super e per qualità del gioco espresso. Ha compiuto un’impresa eliminando Bisceglie, ribaltando il fattore campo e giocando una parte di questi playoff senza due giocatori importanti del quintetto base poiché anche contro di noi Bedetti e Giannini saranno assenti. In conseguenza di questi infortuni sono emersi due giovani che sono figli d’arte: Calbini e Gnecchi. Nei playoff Calbini è il miglior marcatore con oltre 14 di media. Nutriamo il massimo rispetto per Senigallia. Mi aspetto una forte partecipazione popolare per domenica, una grande affluenza per sostenere i ragazzi che stanno dando tanto a Rieti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA