Rieti, verso il ballottaggio:
ecco il nuovo consiglio
in base a chi vince

Comune di Rieti
di Alessandra Lancia
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 14 Giugno 2017, 08:06 - Ultimo aggiornamento: 13:34

RIETI - Aspettando il dato delle preferenze - non esattamente un dettaglio, in un'elezione amministrativa - è però già possibile delineare l'assetto del consiglio comunale prossimo venturo. Ma se per i seggi attribuiti c'è una certezza matematica, per i nomi che trovate indicati almeno per i partiti e le liste principali ci muoviamo nel limbo dei rumors. Il controllo e la validazione delle preferenze in seno alla Commissione elettorale centrale inizierà solo stamattina: ieri pomeriggio si è lavorato sodo ma per rifare i conti dei candidati sindaci (a Cicchetti sono state scalate 100 preferenze, attribuitegli per errore in un seggio) e liste. Stamattina si ricomincia per le preferenze. Ma stiamo al consiglio comunale.

GLI SCENARI POSSIBILI
Due gli scenari possibili - uno valido con la vittoria di Simone Petrangeli, un altro con la vittoria di Antonio Cicchetti - e una variante, l'apparentamento tecnico di Giosué Calabrese con uno dei due candidati in corsa per il ballottaggio del 25 giugno. Ove Petrangeli fosse riconfermato sindaco, potrebbe contare su una maggioranza di 20 consiglieri: 7 in quota Pd (e potrebbero essere Emanuela Pariboni, Emiliana Avetti, Memmo Mareri, Enzo Antonacci, Alessandro Mezzetti), 4 di Avanti Tutta (Elena Leonardi, Mauro Rossi, Gian Piero Marroni), 3 Coalizione Civica (Giovanni Ludovisi, Stefania Mariantoni, Simone Munalli), 3 Rieti Cambia, 2 del Psi (Carlo Ubertini ed Enrico Zepponi), 1 di Alleanza per Rieti (Paolo Bigliocchi).

In caso di apparentamento tecnico con Calabrese - che comunque entra di diritto in consiglio comunale - perderebbe un seggio il Pd a vantaggio di Rieti Merita (Maurizio Vassallo).
Un centrodestra in minoranza si dividerebbe i 10 seggi così: 3 andrebbero a Forza Italia (il recordman di preferenze Giuliano Sanesi, Giovanna Palomba, Elisa Masotti), 2 a Uniti per Rieti (Oreste De Santis e Andrea Sebastiani), 2 a Io Ci Sto (Gianfranco Formichetti, Roberto Donati), 1 ad Agire (Daniele Sinibaldi), 1 Alternativa per Rieti (Claudio Valentini), 1 per Patto per Rieti (Antonio Emili). Capovolgendo il fronte, in caso di vittoria di Cicchetti Forza Italia prenderebbe 5 consiglieri, Uniti per Rieti 4 seggi (e quindi anche Sonia Cascioli e Onorina Domeniconi) Agire 3 seggi (e con Sinibaldi entrerebbero Claudia Chiarinelli e Matteo Carrozzoni), Io CiSto 3 seggi, 2 Alternativa per Rieti, 2 Patto per Rieti, 1 Direzione Italia (Stefano Eleuteri). Da scalare i seggi assegnati al centrosinistra: 4 al Pd, 2 ad Avanti Tutta, 2 a Rieti Cambia, 1 al Psi, 1 a Coalizione Civica.

Stesso discorso per un'eventuale apparentamento tecnico di Calabrese con Cicchetti: a perdere un seggio sarebbe Forza Italia. Entra invece di diritto Lodovica Rando, prima consigliera comunale grillina. E unica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA