Usa, scomparse 15 email private di Hillary Clinton: è giallo

Hillary Clinton
2 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Giugno 2015, 13:58 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 15:46

Il Dipartimento di Stato ha ammesso di non riuscire a trovare «in tutto o in parte» il contenuto di almeno 15 email provenienti dall'account privato di Hillary Clinton e risalenti al periodo in cui la candidata democratica alla Presidenza era segretario di Stato.

I messaggi di posta elettronica in questione fanno parte di un gruppo di mail consegnate la scorsa settimana da Sidney Blumenthal, vecchio amico della famiglia Clinton nonché consulente informale di Hillary sulla Libia, alla commissione incaricata di indagare sull'attacco del 2012 a Bengasi, nel quale rimasero uccisi l'ambasciatore Christopher Stevens e altri quattro cittadini Usa.

«Ci sono un limitato numero limitati di mail - 15 - che non siamo in grado di individuare in tutto o in parte», ha riferito un funzionario del dipartimento di Stato, aggiungendo però «che il contenuto di queste mail non è rilevante all'attacco del 2012 a Bengasi». Secondo il presidente della commissione, il repubblicano Trey Gowdy, l'ammisione del Dipartimento di Stato è «significativa e preoccupante».

I messaggi mancanti contraddicono le dichiarazioni della Clinton che sostiene di aver consegnato al governo tutte le email scritte o ricevute sul suo account privato tra il 2009 e il 2013. Una piccola parte delle circa 55mila pagine di messaggi di posta elettronica che il dipartimento di Stato sta attualmente sottoponendo a verifica sono stati resi pubblici lo scorso maggio.

La Clinton, fin dal lancio della sua campagna presidenziale, ha sempre difeso la sua decisione di usare il proprio account privato per l'invio di email, sebbene la pratica fosse in contraddizione con quanto previsto dalle regole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA