Selfie estremo a 18 anni: muore a Yosemite precipitando da una cascata alta 180 metri

Venerdì 7 Settembre 2018
Diciottenne muore per selfie estremo: voleva farsi una foto da una cascata alta 180 metri

Un teenager israeliano è morto cadendo dalla cima di una cascata allo Yosemite National Park, in California. Le forze dell'ordine americane non si sono ancora pronunciate sul caso, ma dalle prime ricostruzioni pare che il diciottenne sia scivolato mentre cercava di scattarsi un selfie. La notizia viene riportata da Cbs news.
 


Il giovane è caduto da un'altezza di oltre 180 metri e, fin dai primi rilievi, non c'è stato alcun dubbio sulla natura accidentale della tragedia. Il corpo del ragazzo sarà a breve trasferito a Gerusalemme, in Israele, sua città natale. Sebbene non ci sia ancora la conferma ufficiale, pare proprio che sia stato un selfie a causare la morte del giovane turista israeliano in California: l'ennesima vittima di una moda sempre più pericolosa.

Ultimo aggiornamento: 10 Settembre, 19:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA