New York, cinque poliziotti feriti a colpi di machete, gli agenti sparano all'aggressore

New York, cinque poliziotti feriti a colpi di machete, gli agenti sparano all'aggressore
1 Minuto di Lettura
Venerdì 16 Settembre 2016, 00:14 - Ultimo aggiornamento: 17:22

Un poliziotto a New York è stato ferito gravemente alla testa a colpi di machete da un uomo che è stato poi fermato da altri agenti che l'hanno centrato con alcuni colpi di pistola.
Momenti di paura nel cuore di Manhattan in piena ora di punta nei pressi della trafficatissima Penn Station, dove un uomo ha aggredito con un un machete o un lungo coltello da macellaio un agente di polizia. Le forze dell'ordine hanno aperto il fuoco ferendo lievemente il sospetto, che è stato poi fermato e identificato. Si tratta del trentaduenne Akram Joudeh, del Queens, con precedenti penali, tra cui 15 arresti, compreso un fermo lo scorso 27 agosto quando fu individuato con dei coltelli vicino a una sinagoga. Secondo le prime ricostruzioni dell'episodio, l'uomo armato di machete ha aggredito più poliziotti riuscendone però a colpire soltanto uno, che ha riportato una ferita al volto ed è stato trasportato al Bellevue Hospital. A quanto risulta, altri quattro agenti di polizia sono stati assistiti in ospedale per una valutazione del trauma subito. Per fermare il sospetto gli agenti hanno aperto il fuoco e lo hanno colpito lievemente: a sua volta è stato trasportato in un ospedale locale. Gli spari hanno allertato la folla dell'ora di punta, mentre parte delle 32/ma strada è stata temporaneamente chiusa al traffico.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA