Malesia, passeggero si spoglia in aereo, guarda un porno e aggredisce hostess: arrestato

Lunedì 5 Marzo 2018 di Federica Macagnone
10

Sarà compito della polizia e dei medici stabilire in preda a quale tipo di delirio si trovasse lo studente universitario bengalese di 20 anni che sabato scorso, su un aereo Malindo Air partito da Kuala Lumpur, in Malesia, alla volta di Dacca, in Bangladesh, ha seminato scandalo e scompiglio a bordo, costringendo lo staff del volo a immobilizzarlo e farlo arrestare immediatamente dopo l'atterraggio. Subito dopo il decollo, infatti, il ragazzo, incurante delle persone che gli stavano intorno, ha cominciato a comportarsi come se fosse da solo nella sua cameretta: si è spogliato, ha cominciato a guardare un film porno sul suo laptop e, come se niente fosse, si è masturbato e ha urinato sul sedile sotto gli occhi di tanti passeggeri che non riuscivano a credere ai loro occhi.
 

 

Quando l'intervento dello staff di bordo ha finalmente messo fine al suo show da esibizionista, il ragazzo è sembrato tornare alla realtà e si è rivestito. Subito dopo, però, mentre andava in bagno, ha cominciato a palpare e abbracciare le hostess e, vedendo respinte con decisione le sue avance, ha cominciato a diventare aggressivo e ha assalito una di loro. A quel punto i membri dell'equipaggio, coadiuvati da diversi passeggeri, gli sono saltati addosso, lo hanno immobilizzato legandogli le mani e lo hanno fatto sedere al suo posto tenendolo a bada per tutto il resto del viaggio. All'arrivo la polizia locale lo ha immediatamente arrestato e portato in prigione, dove agenti e medici tenteranno di capire quali problemi, che non devono essere pochi, affliggano il ragazzo. 

La Malindo Air ha dal canto suo diffuso il classico comunicato previsto in questi casi: «L'equipaggio di bordo ha seguito la procedura operativa standard per impedire al passeggero di causare ulteriori problemi a bordo. All'arrivo il passeggero è stato accompagnato dalla squadra di sicurezza di Dacca ed è stato messo in prigione dalle autorità locali. La nostra compagnia continuerà a vigilare per garantire che i passeggeri possano viaggiare serenamente».

Ultimo aggiornamento: 7 Marzo, 13:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se il pupo gioca a pallone il Natale costa 200 euro

di Mimmo Ferretti