Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tenevano 3 bimbi incatenati al muro e in stato di denutrizione, arrestate 2 donne

Le donne arrestate Eraca Craig e Christian Deanda
di Federico Tagliacozzo
1 Minuto di Lettura
Lunedì 24 Marzo 2014, 17:09 - Ultimo aggiornamento: 25 Marzo, 20:02

Tenevano una figlia incatenata al muro e altri due in condizioni di denutrizione. Per questo stata arrestata una coppia di donne in California. I piccoli vittime di maltrattamenti hanno 8, 5 e 3 anni. Eraca Craig, 31 anni e Christian Deanda, 44, sono accusate di atti di crudeltà e di aver tenuto segregati dei minori. «Il bambino più grande sembrava essere uscito da un campo di concentramento - ha dichiarato lo sceriffo della contea di Monterey Scott Miller dopo la liberazione dei piccoli avvenuta in una casa a 60 miglia a sud di San José, in California – si tratta di un caso particolarmente delicato. A quanto semba il bersaglio principale degli abusi era la figlia di 5 anni che era tenuta incatenata al muro da un collare o da una cavigliera, mentre i due maschi avevano lividi e segni di malnutrizione. La casa era in uno stata di grave degrado. La figlia di 5 anni e il bambino di 8 erano stati adottati legalmente dalla coppia, mentre il piccolo di 3 anni è figlio biologico di una delle due donne. La bambina di 5 anni era tenuta legata per evitare che prendesse del cibo. È stata ricoverata per diversi giorni a causa dello choc».

Secondo gli inquirenti la coppia si stava preparando a un trasferimento in un'altra località. Eraca Craig, per un certo periodo è stato un agente carcerario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA