Giallo di Pordenone, l'indagato Ruotolo torna in servizio ma cambia caserma

Domenica 29 Novembre 2015
1
Giallo di Pordenone, l'indagato Ruotolo torna in servizio ma cambia caserma

Dopo una lunga licenza, seguita al clamore mediatico per le indagini dell'omicidio di Teresa e Trifone, Giosuè Ruotolo torna in caserma.

Il militare campano di 26 anni indagato per il duplice omicidio di Pordenone, non è tuttavia rientrato nella caserma di Cordenons (Pordenone), dove aveva lavorato per anni assieme a una delle vittime, Trifone Ragone, ma è stato assegnato dal Comando della Brigata Ariete a un'altra mansione all'interno di una struttura che ha sede sempre a Pordenone.

Una scelta che sarebbe stata dettata da ragioni di opportunità, dal momento che molti degli ex colleghi dell'indagato sono stati chiamati a testimoniare nell'ambito dell'inchiesta condotta dai Carabinieri. Il militare, dopo aver lasciato l'appartamento di via Colombo - posto sotto sequestro nell'ambito delle indagini: Ruotolo e la vittima vi avevano convissuto per un paio d'anni prima che Ragone conoscesse la fidanzata Teresa Costanza - è ora alloggiato in caserma e secondo quanto trapelato non uscirebbe praticamente mai durante le ore libere dal servizio.

Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 12:11