Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nicotera, elicottero atterra in piazza con gli sposi: perquisiti sindaco e sposo

Nicotera, elicottero atterra in piazza con gli sposi: perquisiti sindaco e sposo
2 Minuti di Lettura
Domenica 25 Settembre 2016, 14:35 - Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 13:14

Sono sei le persone indagate a vario titolo per abuso d'ufficio e interruzione di servizio di pubblica necessità nell'inchiesta sull'elicottero atterrato, giovedì 15 settembre scorso, nel centro cittadino di Nicotera con a bordo Antonio Gallone e la consorte Aurora. È quanto emerge dal decreto di perquisizione e sequestro della Procura della Repubblica di Vibo Valentia. La prima contestazione è stata avanzata nei confronti del sindaco di Nicotera Franco Pagano, del capo dell'Ufficio tecnico Carmelo Ciampa, del capo della Polizia Municipale, Gregorio Milidoni, e dello sposo, in quanto beneficiario. Coinvolti anche Salvatore Delfino, 37 anni, titolare di un'attività di noleggio auto, e Enrico Abagnale, di 54 anni, l'elicotterista al funerale di Vittorio Casamonica. In sostanza il pm Michele Sirgiovanni contesta ai tre pubblici ufficiali una condotta finalizzata alla violazione del codice della navigazione.

In particolare il sindaco Pagano «astenendosi in presenza di un interesse in qualità di invitato al matrimonio», avrebbe autorizzato, il 13 settembre, un'elisuperficie occasionale nel campo sportivo di proprietà del Comune di Nicotera per l'atterraggio del velivolo. Allo stesso Gallone, assieme a Salvatore Delfino e a Enrico Abagnale, la Procura contesta l'interruzione di servizio pubblico avendo transennato la zona della piazza ed essendosi prodigati a non far «camminare cittadini e astanti» allo scopo di far atterrare l'elicottero della società «Robortech» a bordo del quale erano sia Delfino che Gallone mentre Abagnale, a terra, coordinava e sovrintendeva all'atterraggio. Contestualmente i carabinieri hanno acquisito documentazione utile all'indagine a seguito della perquisizione personale e domiciliare a carico del sindaco Pagano, dei dirigenti Ciampa e Milidoni, nonché di Gallone e Delfino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA