Niccolò Bettarini, le prime parole dopo l'aggressione: «Ecco cos'è successo»

Giovedì 5 Luglio 2018
5

Niccolò Bettarini racconta la sua verità. A una settimana dall'aggressione fuori dalla discoteca Old Fashion di Milano, il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini racconta cos'è successo quella notte quando è stato accoltellato da alcuni ragazzi e rilascia una dichiarazione ai microfoni di TgCom24.

LEGGI ANCHE Si cercano altre 6 persone: l'accusa è concorso in tentato omicidio

«L’aggressore mi ha dato alcuni buffetti sulla faccia cercando di provocarmi, io ho provato a respingerlo, ma mi sono trovato immediatamente in mezzo a più di dieci persone e non ho capito più nulla. Sono caduto a terra e quando Zoe è venuta a soccorrermi le è arrivato un calcio in faccia. Subito dopo sono scappati tutti».
 

Bettarini ha tirato in mezzo anche altri sei ragazzi tutt’ora a piede libero.

Per l'aggressione sono stati fermati 4 ragazzi. Davide Caddeo, il 29enne accusato di aver sferrato gli otto fendenti (difeso dal legale Antonella Bisogno), Alessandro Ferzoco, difeso dall'avvocato Mirko Perlino, e gli albanesi Andi Arapi (con l'avvocato Simona Uzzo) e Albano Jakei (con il legale Daniele Barelli), che hanno scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere.

Ultimo aggiornamento: 6 Luglio, 08:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Under 15, l’approccio in disco benedetto dal like dell’amica

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma